Gli ruba il nano da giardino ma, non contento, lo “sfotte” pure, così. La storia del ladro burlone fa subito il giro del mondo. Un genio? Giudicate voi


Se ne è andato. Stare fermo tutto il giorno era troppo frustrante per lui. Così, un bel giorno, armato soltanto di coraggio e della sua bellissima salopette blu, ha deciso di alzare i tacchi (di ceramica) e scappare verso “l’infinito e oltre” (citando Buzz Lightyear). Questo è quello che uno sconosciuto ha fatto credere a Thomas Harold Watson, proprietario dello gnomo da giardino, dopo averlo rubato a Luton, nel Regno Unito. Il ladro ha creato un account Facebook chiamato Gnorman Watson, per postare le sue foto e mostrare la bella vita del nano da giardino in giro per la città. E prendersi così gioco del proprietario, scrivendo “mi manchi Tom”.

(continua dopo la foto)



 



Al cinema, al bowling, a cena, nei pub davanti a un bicchiere di birra. E ancora mentre prova vestiti e va a dormire, mentre fuma una sigaretta e fa due chiacchiere con gli amici gnomi e i genitori. Thomas riceve a casa anche una lettera – che posta sul suo profilo Facebook – nella quale c’è scritto che “un addio non è per sempre”. E infatti, quando lo gnomo, davanti a un bancomat, si rende conto che non ha più denaro, fa l’autostop e torna a casa. Una grande, meravigliosa storia che sembra la trama di un bel film d’animazione della Pixar.

 

Austria, 400 gnomi col pugno chiuso “rapiti dai conservatori”