I medici le avevano detto che non poteva avere figli. Ma per lei, a 50 anni, era un’ossessione tanto da… Quello che ha fatto al suo corpo pur di riuscirci è davvero disgustoso (stenterete a crederci)


 

Per i medici lei avrebbe dovuto rinunciare al suo sogno di diventare mamma: alla sua età, 50 anni, per gli esperti non aveva più speranze. Inoltre, le sue condizioni di salute erano ostative:  Nina Evans, londinese, aveva miomi multipli all’interno del suo utero e, con molta probabilità avrebbe dovuto sottoporsi ad un intervento di isterectomia. 

La donna però non si è arresa, anzi del suo sogno ha fatto un’ossessione provando un metodo che alla fine si è rivelato vincente, anche se ha lasciato tutti inorriditi: ha inserito nella sua vagina 500 sanguisughe. Usate nell’antichità contro le malattie e per purificare il corpo, Nina racconta che le hanno provocato un altro beneficio inatteso: una serie di orgasmi prolungati.

(Continua dopo la foto)



“Ho scelto le sanguisughe perché sono nata in Lituania e lì questo tipo di terapia è molto sviluppata per combattere una lunga serie di malattie – ha commentato Nina Evans -. La maggior parte delle persone sono spaventate da questi animaletti ma in realtà possono cambiare la nostra vita in meglio”. Dopo otto mesi di trattamento, è pure riuscita a rimanere incinta: “I benefici si sono vista già dopo un mese: avevo più energia grazie alle sanguisughe che succhiavano il sangue sul mio collo dell’utero”.

Durante il parto gli animaletti le strisciavano sulla schiena perché le riducevano il dolore. Nina ha anche stimolato la produzione di latte con le sanguisughe. La donna è una dei primi pionieri femminili a usare la terapia delle sanguisughe. La sua storia ha anche aiutato la “British Association of Hirudotherapy “ad ottenere il riconoscimento del governo per poter usare con altri pazienti questa terapia.

 

È rimasta incinta a 12 anni ma ha deciso di portare a termine la gravidanza. Il padre? Potrebbe non vedere mai suo figlio. Anzi, rischia…