Alcuni clienti non vogliono essere serviti dal cameriere autistico. Il proprietario del ristorante non ce la fa più e alla fine sbotta. La sua risposta è da applausi…


 

Andy fa il cameriere da tre settimane nel ristorante ”Grenache” a Manchester. Andy è un ragazzo autistico ma alcuni clienti non vogliono essere serviti da lui. E hanno detto al proprietario, Mike Jennings: ”Non vogliamo essere serviti da lui…Ma perché lo fa lavorare?”. Mike ha così raccontato l’atteggiamento di alcuni clienti nei confronti di Andy Foster al quale è stata diagnostica una forma di autismo. Foster lavora al ristorante con ”impegno e professionalità” da quasi tre settimane ma spesso viene discriminato da coloro che deve servire. ”I clienti sembravano avere un problema con lui anche se il servizio era buono”, ha spiegato Mike che si è sfogato con un post sul Facebook del locale.

(Continua a leggere dopo la foto)



Con poche ma chiarissime frasi Mike ha chiesto a tutti i clienti del Grenache che credono di non dover farsi servire da Andy di ”non prenotare” nel suo locale. Mike e la sua compagna Karen hanno infatti spiegato che il comportamento dei clienti ha ferito molto profondamente Andy e che hanno cercato di fargli capire che non era colpa sua. ”Tutto quello che ci interessa è avere qualcuno con entusiasmo e passione, il resto possiamo insegnarlo”. Purtroppo non è la prima volta che Andy viene discriminato: lui ha più volte spiegato ai clienti di essere autistico, ma si è sentito rispondere che sarebbe meglio se indossasse una maglietta che segnala il suo problema.

 

Cade in depressione dopo un aborto e per risollevarsi escogita un modo davvero bizzarro (e anche poco economico). Ma Emma non si cura di chi la definisce ”strana”, perché questa sua idea la fa sentire ”mamma”