Rissa al matrimonio: tutti contro lo sposo. È stato uno zio della “fortunata” ad accorgersene. Lo hanno ‘beccato’ così…


Nessuno sa cosa gli sia venuto in mente, ma forse, semplicemente, non voleva forse dividere quei soldi con la sposina, e ha deciso di fare di testa sua: protagonista di un matrimonio a dir poco movimentato, un militare originario di Roma, che durante il suo banchetto nuziale ha pensato bene di allontanarsi e spendere un po’ del denaro delle ‘buste’ che gli invitati avevano regalato ai neo-coniugi. Siamo a Cappella Nuova, vicino a Trecase, in provincia di Napoli.

Della sua sospetta assenza si sono ovviamente accorti sia la famiglia, sia la stessa sposa, una ragazza di Torre del Greco: così quando dopo qualche ora è tornato al ristorante, con il ricevimento ancora in corso (e trattandosi di un matrimonio del sud, non poteva essere altrimenti), lo sposo è stato aggredito dallo zio della moglie, che lo ha accusato di aver rubato i soldi dei regali. Esagerati tutti e due? Dal canto suo l’uomo non si è tenuto l’offesa ed ha risposto, venendo alle mani con il parente acquisito: per separarli sono intervenuti ovviamente familiari ed altri invitati, un vero e proprio parapiglia, sedato solo dall’intervento della polizia, che ha denunciato entrambi. (Continua dopo la foto)






Ad avere la peggio nell’aggressione è stato proprio lo sposo, che è rimasto ferito: per lui 3 giorni di prognosi e la consapevolezza di essere stato troppo impaziente. Per spendere quei soldi, poteva anche aspettare il giorno dopo. Ma in fondo, un regalo è pur sempre un regalo. Nulla a confronto di quello che è capitato al matrimonio di Caltanissetta qualche anno fa. Dopo la funzione religiosa, il gruppo si spostò in una sala ricevimenti dove accadde l’impossibile. (Continua dopo la foto)






Di fatto dopo l’antipasto, i camerieri erano pronti per servire il primo. Ma in quel momento nessuno sapeva dove si trovasse lo sposo. E a cercarlo andò il suocero, il padre della sposa. Una ricerca infinita terminata poi in una saletta dove trovò lo sposo in atteggiamenti intimi con la testimone. O almeno ambigui secondo il suocero. Da qui scattò un vero e proprio finimondo. Prima gli insulti, poi la rissa. Volarono calci e pugni tra le due famiglie, quella dello sposo e quella della sposa. (Continua dopo la foto)



 


Il marito provò persino a difendersi parlando di un semplice equivoco e che tra lui e la testimone non ci fosse nulla. Ma non bastò per calmare il suocero. La rissa andò avanti per diverse ore senza sosta. I camerieri a fatica provarono a calmare le acque ma senza risultati. E così scattò la chiamata al 112. Solo allora ritornò la serenità in sala. Ah, questi matrimoni!

Ti potrebbe anche interessare: Matrimonio choc (e non è esagerato) nella provincia italiana. La festa di nozze finisce in rissa tra marito e moglie. Scene da panico: lei conficca un bicchiere nell’addome di lui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it