“Ma cosa diavolo…”. Sale in auto, parte e poco dopo è choc totale: cosa c’era


 

Non sarà facile da dimenticare questa giornata per una donna residente ad Alcorcòn, centro urbano alle porte di Madrid. Come ogni giorno la signora ha raggiunto il garage, è salita sull’auto e appena uscita per strada, ha notato che ai suoi piedi, attorcigliato tra i pedali, c’era un serpente. La donna, terrorizzata dall’animale è fuggita dall’auto (lasciandola ancora in moto) e ha avvisato la polizia locale. Come riporta il quotidiano online locale 20minutos.es, l’episodio è avvenuto lo scorso weekend ad Alcorcòn, centro urbano alle porte di Madrid: a intervenire sono stati gli uomini della polizia locale, che hanno spento e chiuso l’auto, portandola in un deposito dove poi l’animale è stato catturato dalle guardie zoofile cittadine. Ciò che rende ancora più inquietante la vicenda è la ricostruzione fatta dalla polizia di Alcorcòn, sulla base della testimonianza della donna. (Continua a leggere dopo la foto)







Mentre usciva dal garage, infatti, l’automobilista aveva notato qualcosa sul parabrezza e, credendo che fosse un piccolo ramo, l’aveva preso in mano e gettato a terra senza neanche accorgersi che si trattava di un serpente. In qualche modo, però, il serpente era riuscito a rientrare nell’abitacolo. Ad ogni modo, dopo l’intervento delle guardie zoofile è stato accertato che non si trattava di una specie velenosa. Solo pochi giorni fa, in Italia, precisamente a Bergamo, la polizia si è trovata davanti a un caso molto simile. (Continua a leggere dopo la foto)






Questa volta l’animale ha trovato ospitalità nel mezzo dei volontari Auser di Seriate, nascondendosi nella scatola del cambio. Rapido e sostanzialmente imprendibile, il serpente si è intrufolato all’interno dell’abitacolo passando dal foro sei pedali e lì è rimasto fino alla scoperta. Una volta notato l’animale, l’automobile è stata trasportata un un’officina meccanica per recuperare il serpente. Secondo le notizie dei quotidiani locali, sarebbe stata una biscia di acqua dolce l’ospite inusuale che i volontari dell’Auser di Seriate hanno scoperto all’interno dell’auto. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Una biscia, dicevamo, del diametro di circa quattro centimetri e lungo almeno settanta. Il fatto è successo lunedì 11 settembre davanti alla clinica San Francesco in via IV Novembre, a Bergamo: l’animale, rimasto intrappolato per qualche secondo tra il portellone posteriore e il lato sinistro del mezzo, potrebbe essersi intrufolato mentre l’auto era parcheggiata davanti alla sede dell’associazione, non lontano dalla riva del Serio.

“Lo ha morso un serpente velenoso”. La tragica fine del volto noto della tv: diventato famoso grazie alla partecipazione al noto programma, ecco come lo hanno trovato. Le assurde dinamiche della sua fine

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it