Ha delle macchioline sul pene, un mese dopo glielo amputano. La ragione choc


 

Tutto è iniziato con quello che aveva tutta l’aria di essere un semplice eritema sul pene. Ma la cosa è degenerata e l’uomo, padre di due figli, è stato costretto a farsi amputare il pene. Oh santo cielo! Sì, sappiamo cosa state pensando. Ora vi raccontiamo tutto. Neil Walker, 54 anni, di Bristol, a un certo punto si è accorto che il suo pene si stava “scolorendo”. Credeva fosse un disturbo passeggero ma quel colorito strano non se ne andava così si è insospettivo. E ha iniziato a usare pomate a base di steroidi. La situazione, però, non è cambiata.

Così Neil ha continuato a cercare una spiegazione a quanto stava accadendo al suo pene. Dopo mesi di tentativi, finalmente, nel settembre 2014 arriva la verità. Una verità che, però, è scioccante: Neil ha un raro cancro al pene e l’unica cosa che può fare è sottoporsi a un intervento. Per la rimozione del suo organo genitale. Una cosa traumatica. Per fortuna, però, i medici gli dicono che basta la rimozione della “punta”. Continua a leggere dopo la foto







Ma la sua salute non migliora, anzi, il cancro ritorna. Così, quando va a farsi visitare, arriva la notizia terribile: dovrà sottoporsi a un nuovo intervento la rimozione di tutto il pene. Il tumore si era diffuso e i medici hanno dovuto asportare anche i linfonodi del suo inguine. Dopo il secondo intervento, più aggressivo del primo, l’uomo resta con un sistema immunitario debolissimo. Lui si sente sempre più vicino alla morte. In un anno, pensate, prende la sepsi quattro volte. Continua a leggere dopo la foto






“Se mi fossi accorto del cancro in tempo, forse ora non mi sentirei così poco uomo – ha fatto sapere al Daily Mail – ora sarei ancora un uomo al 100%”. Il signor Walker ora è ricoverato e vive una vita difficile. Per urinare gli è stato praticato un foro dietro ai testicoli. Ora, per evitare che ad altri accada ciò che è accaduto a lui, ha raccontato i suoi sintomi iniziali. Quelli che, se raccontati a un medico, forse, lo avrebbero potuto salvare. Teneteli bene a mente… Continua a leggere dopo la foto



 

“Avevo notato una piccola eruzione sulla punta del pene, il medico mi ha dato una pomata a base di steroidi. Ero certo che non fosse nulla di serio. Poi, un mese dopo sono tornato in ospedale ed è arrivata la tremenda notizia: avevo un cancro al pene”. Neil non se lo aspettava: “Sono rimasto scioccato: non mi aspettavo minimamente di essere malato di tumore. Ma la cosa che mi ha scioccato di più è stata l’amputazione del pene”. Ora i medici, usando una parte di pelle della sua gamba hanno ricostruito una sorta di pene, se non altro per far sentire Neil una persona “normale”. “Se però mi fossi accorto prima, ora avrei ancora il pene ma, all’inizio, mi sono vergognato di mostrare al medico il mio pene. Non fate il mio errore”.

Diceva: ”Il mio pene puzza” e non faceva sesso con la compagna. Dopo un anno, l’agghiacciante verità…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it