“No!”. Choc alle nozze, prima gioia poi lacrime. Lo ha fatto davanti a tutti


Una storia assurda di quelle a cui sembra impossibile credere. Viene dalla Turchia, da Kozagac, dove una giornata di festa si è trasformata in una tragedia. Tutto era filato liscio, il matrimonio, due amici che si giurano amore eterno e la sana voglia di festeggiare fino al mattino tra balli, banchetti, scherzi, risate e vino. Tutto nella norma, fino a quando non è spuntata un’arma e una serie di proiettili ha iniziato a volare in aria. Una tradizione, pare, molto diffusa in Turchia nelle cerimonie importanti. Tra gli improvvisati pistoleri c’era anche Hasan Akdemir, un medico di 39 anni che dopo alcuni colpi si è accorto che la sua arma stava facendo cilecca. Invece di lasciar perdere e riporre la pistola nella fondina, Hasan non si è dato per vinto e ha cominciato ad armeggiare per capire quale fosse il problema, risolverlo e ricominciare a sparare. E’ stata la mossa più imprudente della sua vita: non avendo molta dimestichezza con le armi, ha finito per spararsi un colpo fatale alla testa. (Continua dopo la foto)







Portato in condizioni disperate da un’ambulanza all’ospedale statale di Atasehir, è stato sottoposto a un intervento chirurgico, ma tutti gli sforzi dei medici sono risultati vani. La polizia ha ovviamente aperto un’inchiesta sulla sua morte, ma tutti i testimoni concordano nel riferire che si è trattato di un tragico incidente:  vittima di una stupida e pericolosa usanza dura a morire che in passato ha già lasciato sul campo lacrime e sangue. (Continua dopo la foto)






Una storia, quella del giovane Hasan, che non si verifica per la prima volta. Protagonista nel 2015 un 21enne americano, Joseph Perez. Ubriaco, durante la festa per il suo compleanno nella sua casa di Oak Cliff a Dallas, riportava ‘The Dallas News’, aveva preso in mano una pistola. Parenti e amici si erano allarmati. Nel tentativo di togliere l’arma, avevano spiegato alla polizia, è partito il colpo fatale alla testa. Inutile la corsa verso il Methodist Dallas Medical Center. Il giovane era morto poco dopo il ricovero. (Continua dopo la foto)



Destino, follia, sfortuna. Una serie di componenti che hanno portato Joseph prima e Hasan poi a perdere la vita davanti ai loro amici. Un dolore impossibile da digerire e che, tutti, si porteranno dietro nel corso degli anni.

Ti potrebbe interessare:“Cara…”. Lady Diana e ‘lui’? La corrispondenza privatissima fa tremare il palazzo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it