“Sesso a tre e niente multa”. La bella e famosa con i poliziotti. Ed ecco che succede


Ognuno combatte con le armi che ha. Certo che stavolta, alla provocante stellina di Instagram non è andata benissimo. La storia viene dalla Russia ed ha per protagonista la bellissima Kira Mayer. La modella, 24 anni, stava guidando la sua auto, una Mercedes, senza avere la patente, che le era stata ritirata per un altro incidente: dopo essere stata fermata, prima ha cercato di resistere ai poliziotti colpendo uno di loro con un calcio, per poi offrirsi, in un ultimo disperato tentativo di farla franca, per una ‘sessione’ di sesso a tre.I due però hanno rifiutato l’offerta e l’hanno arrestata. In tribunale, i due agenti non hanno potuto fornire prove della sua ‘offerta’, ma è stata lei stessa ad ammettere tutto: «Mi pento e mi scuso», ha detto alla corte. Il suo account Instagram, che contava 148mila followers (con foto e video molto provocanti) è stato ora chiuso: in uno dei suoi post, a Dubai, scriveva «Quando mi annoierò della mia vita felice, mi sposerò e soffrirò come tutte le persone normali». (Continua dopo la foto)







Chissà se questo episodio l’ha annoiata abbastanza. Di sicuro non si annoiano i poliziotti di casa nostra con gli automobilisti che ricorrono a qualsiasi stratagemma pur di non incorrere in una multa e giustificare il bicchiere di troppo. C’è chi punta tutto sul freddo dichiarando “era freddo e non poteva funzionare” e chi, invece, addossa tutte le colpe al clima: “Troppa umidità nell’aria, intorno al 90% l’alcoltest non vale”. Con questo tempo non ci si capisce più nulla e anche gli etilometri. (Continua dopo la foto)






Secondo gli automobilisti più fantasiosi, sarebbero infatti confusione. Molto in voga anche le scuse mediche, corredate anche da spiegazioni. Collutorio per l’igiene orale, scarsa igiene dell’etilometro, propoli, acidi che vengono usati per smacchiare i vestiti e pulire i macchinari delle lavanderie, e che quindi, essendo respirati dall’organismo manderebbero in tilt l’apparecchio; c’è addirittura chi ricorre alla scusa del diabete.Non solo clima e salute, c’è anche chi punta forte sul proprio avvocato. (Continua dopo la foto)



 


Avvocato che non era stato avvisato o era impegnato, d’altronde non si può essere in ogni dove oppure sul termine “soffiare” che con la Polizia può essere interpretato male e poi serve un programma di protezione. Scuse fantasiose che però a volte funzionano come nel caso di un imprenditore fermato con la sua Porsche dopo un inseguimento a oltre 200 km/h. Risultato positivo al controllo con l’etilometro, si era giustificato con la scusa della dissenteria.

Ti potrebbe interessare: Sesso anale, mai provato il rapporto più ‘delicato’? Piacere senza soffrire: si può

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it