Prima l’incidente e quel colpo in testa, poi il coma e al suo risveglio parla con un accento diverso: “Un giorno sono tedesca, l’altro scozzese”. Vi raccontiamo l’incredibile storia di Linda


E’ stata all’estero solo due volte in vita sua, ma chiunque abbia sentito parlare Linda Pereira almeno una volta deve aver pensato che abbia fatto il giro del mondo. Perché la donna, una 50enne californiana che vive ad Atlanta, in Georgia, ha raccontato di aver perso il suo accento americano in seguito a un incidente e di aver sviluppato una forte cadenza tra lo scozzese e il tedesco. Tutto ebbe inizio nell’ottobre scorso, come scrive il ‘Daily Mail’, quando la donna stava chattando con una sua amica su Facebook.”La mia famiglia era uscita – racconta Pereira – e io stavo parlando con un’amica su Facebook. L’argomento della conversazione era abbastanza complesso, e mentre cercavo di rispondere mi sono sentita estremamente stanca, riuscivo a tenere gli occhi aperti a malapena”. “Così, dopo essermi sdraiata – prosegue la donna – ho iniziato a sentire una pressione strana nella testa, una sensazione che non avevo mai provato prima. Sembrava una palla, come un’eruzione all’interno del cervello. Non riuscivo né a muovermi né ad aprire la bocca”. Paralizzata, e senza poter avvertire nessuno, la donna restò sola per qualche ora, in attesa che il marito rientrasse.

(continua dopo la foto)



Quando mio marito è tornato a casa – continua – ha pensato che mi stessi riposando e gli ci è voluta mezz’ora prima di capire che non riuscivo a parlare”. Dopo essersi calmata, la donna decise di registrare la sua voce per scoprire, il giorno seguente, che c’era qualcosa di strano nel suo accento. “Mio marito pensò subito che il mio accento fosse inglese e non riusciva a capire molte delle parole che dicevo. Riascoltandomi, pensai invece che il mio accento assomigliasse a quello scozzese e a volte a quello tedesco”. Dopo aver consultato i medici, alla donna è stata diagnosticata la sindrome dell’accento straniero, una disfunzione neurologica rara (in tutto il mondo sono stati documentati solo 150 casi) che si manifesta in seguito a un forte trauma cranico o a un ictus, e che costringe le persone a riabilitare le proprie funzioni linguistiche con un accento diverso dal proprio. Nonostante venga spesso scambiata per turista e si diverta a giocare con i suoi due bambini replicando l’accento dei cartoni animati, Pereira ha ammesso di sentire la mancanza del suo accento americano: “All’inizio tutti pensavamo che fosse divertente – conclude – e ho sempre pensato che si trattasse di una cosa temporanea, che sarebbe passata. Ora non mi sento più me stessa”.

Caffeina news by AdnKronos

(www.adnkronos.com)

Ti potrebbe anche interessare: Aiuto Cassano! Questa volta ha fatto a pezzi la lingua italiana. Ecco cosa si è inventato…