“Strangolata”. La famosa modella ritrovata così. Un lutto atroce, mondo sotto choc


 

“È morta”. Un lutto atroce ha sconvolto il mondo della moda: la modella è stata trovata strangolata nella sua camera da letto. Christina Carlin-Kraft, ex modella di Playboy, è morta alla giovane età di 36 anni. A ritrovarla la polizia che era andata a fare un sopralluogo a casa della giovane, in Pennsylvania. Gli agenti erano già stati a casa della ragazza il sabato precedente la sua morte per via di un furto nel suo appartamento. Non è ancora chiaro se tra il furto e la morte di Christina ci sia un collegamento, per questo la polizia sta indagando. Come hanno fatto sapere gli agenti, da una prima ricostruzione, sembra che la ragazza sia stata uccisa nella serata di mercoledì 22 agosto 2018. Ma quale può essere stato il movente dell’omicidio? Non è chiaro e la vicenda resta ancora misteriosa. Quel che è emerso è che la ragazza, a Marzo 2016, aveva avuto un’accesa discussione con il proprietario di un ristorante di New York per via del conto. Continua a leggere dopo la foto







Dopo quella discussione la ragazza fu accusata di aggressione, tentata aggressione e violenza. Sì perché in quell’occasione la ragazza aveva colpito, preso a calci e aggredito ferocemente Sergey Anokhin, manager di un ristorante dell’Upper West side di New York. L’uomo aveva riportato una grave ferita al collo dopo lo scontro con la modella. Secondo quanto riportato all’epoca dal New York Times, la ragazza avrebbe anche colpito l’uomo con un calcio sul pene. Secondo quanto riporta il quotidiano, era ubriaca. Continua a leggere dopo la foto




Tutto perché il suo fidanzato non voleva pagare il conto del ristorante. Tuttavia non è mai stata chiara la ragione per la quale l’uomo avesse deciso di non pagare. Per i sei mesi successivi, la modella non ha più avuto problemi con la giustizia. Christina Carlin-Kraft era una modella di origine russe, svedesi e tedesche. Spesso posava sulle riviste in costume da bagno. Il 4 maggio 2009 fu eletta Playboy Cyber Girl. Era una che amava profondamente il suo lavoro. Continua a leggere dopo la foto


 

Ma cosa ha provocato la sua morte? La ragazza è stata strangolata nella sua casa ad Ardmore in Pennsylvania. Pochi giorni prima della sua morte la ragazza aveva chiamato la polizia perché qualcuno era entrato in casa sua per rubare le sue cose (borse firmate e gioielli). Qualche giorno dopo, la polizia ha ritrovato la refurtiva a Philadelphia. Non è chiaro se ci sia un collegamento tra il furto e la morte della modella. Per il momento non ci sono persone sospette.

Frosinone, omicidio-suicidio a Esperia: Gianni Paliotta spara ai figli, poi si toglie la vita

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it