Lei, 20enne, ha strane abitudini, come quella di masturbarsi 10 volte al giorno e pratiche esagerate col suo uomo. Eppure ogni volta che fa sesso succede qualcosa di raro. E lo racconta per un motivo particolare


 

Si chiama Megan Ward, ha 20 anni e la sua storia ha fatto in poco tempo il giro del mondo. Lei, studentessa all’università di Birmingham, soffre di un disturbo davvero particolare di nome anorgasmia e che, di fatto, le impedisce di raggiungere il piacere durante un rapporto sessuale. Per riuscirci le ha provate tutte, ma proprio tutte, senza successo.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Per provare un orgasmo, infatti, ha tentato con dei sex toys, poi con delle lunghissime sessioni di sesso insieme al proprio partner. Infine, disperata, ha provato a fare da sola, arrivando a masturbarsi fino a 10 volte al giorno. Niente da fare, tutto inutile. Una condizione che le cause parecchi disagi, ma della quale non si è mai vergognata. Anzi, ha deciso di raccontarsi sul web senza preoccuparsi troppo delle possibili reazioni degli utenti. E, a sorpresa, si è trovata di fronte al sostegno di tante persone colpite dalla stessa patologia.

Oggi, è riuscita così ad accettare con serenità la sua condizione. “Se condividendo – ha raccontato Megan – sono riuscita a far sentire meglio qualcuno, anche pochissime persone, posso dichiararmi soddisfatta. Non mi dispiace essere definita la ragazza che non prova orgasmi se la cosa può aiutare gli alti”.

Intanto, è arrivata per lei anche la buona notizia da parte degli esperti: l’anorgasmia colpisce infatti moltissime donne, ma la capacità di provare piacere durante il sesso può cambiare con l’età e può essere influenzata da alcuni farmaci e cure mediche.

7 buone ragioni per arricchire la prima mattina con un bell’orgasmo