Giaccone verde, calze coprenti e stivali. Può sembrare una ragazza come tante, ma dietro la sua foto si nasconde un dramma: e lei, in poco tempo, diventa un’eroina


 

Era vestita in maniera sobria, con un parka lungo fino alle ginocchia, delle calze coprenti e degli stivali, eppure qualcuno ha l’ha molestata. Protagonista della storia è Christen Brand, una giovane di New York che ha voluto lanciare un messaggio su Facebook a tutte quelle donne vittime di violenza che si colpevolizzano. Un esempio che mostra, in maniera molto evidente, che non è il vestito provocante ad attirare i commenti degli uomini. 

(Continua a leggere dopo la foto)



“Questo è quello che indossavo stamattina mentre percorrevo la strada affollata della metropolitana e un uomo passandomi accanto mi ha detto: Accidenti hai delle gran gambe”. 

“Quando l’ho ignorato e ho continuato a camminare, – ha raccontato la giovane – lui si è voltato per seguirmi ‘Mi hai sentito tesoro? Ho detto che hai delle belle gambe. Dannazione. Grazie’. Grazie. Come se la mia pelle nascosta sotto dei leggins supercoprenti fosse per lui. Un regalo avvolto in un collant marrone”,.

Ed ecco il messaggio lanciato a tutte le donne. “La prossima volta che ti chiedi se la gonna è troppo corta, la prossima volta che ordinate a vostra figlia adolescente di cambiarsi, la prossima volta che sentite parlare di codice di abbigliamento a scuola, ricordate questa foto. Sono con un parka e degli stivali. E non ha importanza. Tutte le donne hanno questi momenti. Tutte noi. Eppure – ha concluso Christen – il mondo si comporta come se fossimo noi a dover risolvere il problema. Sono stufa”.

 

“Violentata da bambina, venduta per 500 euro, abusata più volte al giorno, madre a 14 anni”. Una storia orribile e un angelo che si prende cura di lei