“Un miracolo!”. Papa Francesco bacia questa piccolina malata di cancro ed ecco cosa succede


 

Come dimenticare quell’incredibile immagine di Bergoglio che bacia sulla fronte una neonata alzata dalle mani di un uomo della sicurezza. Sono trascorsi due anni da quando papa Francesco ha visitato Philadelphia nel corso del suo viaggio negli Stati Uniti. Forse qualcuno ricorderà il momento in cui gli agenti di sicurezza hanno preso una bambina tra la folla e l’hanno porta al Pontefice, che l’ha baciata sulla testa e l’ha benedetta con il segno della croce. Questa immagine spontanea e iconica è finita su tutti i giornali, e l’episodio è stato presto definito “il miracolo di Market Street”. In quel momento pochi sapevano che non si trattava del primo miracolo nella vita della piccola Gianna Grace Masciantonio. Il primo miracolo era semplicemente quello di essere viva. Fino a quel momento, Gianna lottava per vivere da quasi un anno. Dopo appena quattro settimane dalla nascita, i medici hanno scoperto che Gianna aveva un tumore al tronco encefalico, una malattia così grave che i sanitari hanno detto ai genitori, Kristen e Joey Masciantonio, che era straordinario che fosse sopravvissuta alla gravidanza. (Continua dopo la foto)






La notizia è stata traumatica, soprattutto perché apparentemente Gianna era una bambina perfettamente sana, eccezion fatta per un deficit uditivo. In seguito i medici hanno scoperto che il problema di Gianna non era il tumore, ma un problema sanguigno chiamato xantogranuloma giovanile. La diagnosi rimaneva comunque estremamente negativa, perché la localizzazione del tumore all’interno del tronco cerebrale attaccava il sistema nervoso centrale anziché agire come una lesione benigna della pelle, che è la manifestazione più comune dello xantogranuloma giovanile. (Continua dopo la foto)






La malattia di Gianna era non solo critica, ma anche tanto rara da rendere il suo uno dei pochi casi confermati al mondo. L’incredulità iniziale di Kristen e Joey si è trasformata in agonia. Dopo essersi sottoposta a più di un anno di chemioterapia, la massa nel suo cervello ha cominciato a ridursi. Da allora, ha cominciato a gattonare e persino a parlare, cosa che i medici non avrebbero mai immaginato riuscisse a fare. “Nostra figlia è un miracolo. Papa Francesco ci ha dimostrato con quel bacio di esserci vicino e che Dio ascolta le nostre preghiere. (Continua dopo la foto)



 


Dopo tre anni di dolore, Gianna è stata dichiarata completamente guarita e presto andrà a scuola. È sorprendente”, ha detto mamma Kristen. Nessuno se lo sarebbe mai aspettato e per certi versi è senza dubbio un miracolo. Scientifico o soprannaturale non ci è dato sapere, ma senza dubbio un miracolo. Viva la vita.

Ti potrebbe anche interessare: Palermo, mamma avvelena i figli con i semi di oleandro: grave il più piccolo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it