Si chiudono in stanza insieme e improvvisano un gioco erotico molto pericoloso. Ma qualcosa non va per il verso giusto e la serata di passione si trasforma in tragedia


 

Un gioco erotico che si trasforma in tragedia: così sarebbe morta Lisa Jane, una donna inglese di 49 anni. A riportare la notizia è il tabloid inglese Sun, che ha raccolto la ricostruzione fatta davanti agli agenti di polizia dal marito della vittima, il 50enne Warren Lyttle.

(Continua a leggere dopo la foto)



La tragedia si è consumata lo scorso weekend nell’appartamento della coppia a Magaluf, nelle Isole Baleari. La donna, che viveva con la figlia a Londra, aveva raggiunto il compagno per una breve vacanza insieme. Tutto sembrava andare a gonfie vele, fino a che non è arrivata la chiamata ai servizi di emergenza.

Paramedici e polizia hanno trovato la vittima priva di conoscenza sul pavimento della casa che fa parte del complesso Apartamentos Siesta di Costa de la Calma, con numerosi segni sul collo. Poco dopo il marito ha spiegato l’accaduto: la donna è morta strangolata con il filo del caricabatterie del suo telefono cellulare. Inizialmente aveva preso piede l’ipotesi di una violenta rissa legata a ragioni di natura economica, poi ecco la confessione dell’uomo: sua moglie sarebbe deceduta per una pura casualità, un gioco erotico sadomaso che lei aveva proposto di fare ma che è finito male.

“L’uomo ha confermato di aver ucciso la moglie – hanno riferito gli agenti di polizia che indagano sull’accaduto –, che si è trattato di un incidente e che le cose gli sono semplicemente sfuggite di mano”. Una versione che non convince del tutto le autorità spagnole, intenzionate a far luce sulla vicenda anche a causa del rapporto burrascoso che c’era stato tra i due in passato.

Un gioco erotico finito male: che ci fa una mela lì dentro? Sala operatoria (e vergogna)