Lei, dopo mille tradimenti, chiede il divorzio dal marito. Ma per lui è un affronto e organizza un piano per punire la moglie: prende il suo dentifricio e fa qualcosa di orribile


 

Ha cercato di avvelenare la moglie grazie al dentifricio, all’interno del quale aveva inserito un potente veleno mettendo così anche a rischio la vita dei tre figli. Una storia incredibile andata in scena a Collierville, in Tennessee, dove Fred Wortman è stato condannato a 30 anni di prigione lo scorso novembre.

(Continua a leggere dopo la foto)








La donna, Staci, ha raccontato la sua storia al sito “The commercial appeal”. “Era una mattina come tutte le altre – spiega – ma dopo essermi lavata i denti ho avvertito qualcosa di strano, come se ci fosse un incendio nella mia bocca. Anche mia figlia, che aveva usato lo stesso dentifricio, ha cominciato a sentirsi male”. Inizialmente pensano a una confezione fallata, poi ecco la verità: dietro c’era la mano di Fred, il marito dal quale dopo 14 anni di matrimonio e tradimenti continui si era decisa finalmente a divorziare.

Lui, però, non l’aveva presa affatto bene. L’uomo, dopo il tentativo col dentifricio, non si era affatto arreso. Sul suo computer gli inquirenti hanno scoperto anche ricerche fatte online su come assumere un killer a pagamento e altri modi per disfarsi della consorte. A quel punto, ecco la ricostruzione: nel tubetto era stata iniettata una tossina di natura vegetale chiamata Aconitum. Se ingerita in piccole quantità, può causare mal di testa e bruciore. Praticamente ciò che era successo alla donna. Se ingerita in dosi maggiori può addirittura fermare il cuore.

Neanche dal carcere, però, Fred aveva desistito, ingaggiando un sicario per svolgere il compito. Alla fine, ha confessato tutto e ha ricevuto una condanna a 30 anni di carcere.

Tenta di uccidere moglie e figli a martellate, poi si suicida tagliandosi le vene

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it