Matteo Cambi, dall’imprenditoria all’Isola dei Famosi. L’imprenditore vip rivela particolari inquietanti sulla sua vita privata: ”Ecco cosa sono arrivato a fare…”


 

Raggiunse il successo all’inizio degli anni 2000 grazie alla fondazione del marchio Guru, la famosa t-shirt con la margherita stilizzata. Poi un lento declino e adesso si torna a parlare di Matteo Cambi come prossimo concorrente (quasi certo) de L’Isola dei Famosi, L’imprenditore carpigiano oggi ha 38 anni, ha dichiarato che L’Isola dei Famosi è un’importante proposta lavorativa dalla quale possono nascere altre occasioni professionali: ”È una possibilità. La mia priorità oggi è la famiglia e il lavoro, per cui valuto anche proposte di lavoro. Se accettassi lo farei perché devo ripartire anche a livello lavorativo, per poter ridare serenità, anche da questo punto di vista, ai miei cari”. Cambi è stato intervistato da Verissimo (l’intervista integrale andrà in onda oggi) e, ripercorrendo il proprio periodo buio, ha aggiunto dettagli drammatici riguardanti lo stile di vita sregolato che oramai fa parte del suo passato: ”In quegli anni vivevo senza limiti. Riuscivo a spendere fino a 200.000 euro in un week end. Spendere era una droga, come l’uso che facevo di cocaina. Negli ultimi tempi ero un drogato a tutti gli effetti, ero arrivato a sniffare dieci grammi di cocaina al giorno”.

(Continua a leggere dopo la foto)



Matteo Cambi è stato un imprenditore di successo. Il suo marchio, Guru, arrivò a espandersi in tutto il mondo con 3000 negozi fino all’ingresso nella Formula 1 come sponsor della scuderia Renault. Iniziò a collezionare diverse storie d’amore o flirt con showgirl molto in voga all’epoca: Anna Falchi, Mascia Ferri, Elisabetta Gregoraci, Flavia Vento, Elenoire Casalegno e Fernanda Lessa. Dal 2008, però, iniziò il declino professionale e personale di Cambi: il Tribunale di Parma dichiarò il fallimento della società mentre l’imprenditore fu arrestato con l’accusa di bancarotta fraudolenta e non solo. Da questa vicenda, saltò fuori anche la sua dipendenza dalla cocaina, ammessa dal diretto interessato, e una vera e propria ossessione per i soldi. Cambi, in libertà ormai dal 2009 e reduce da un lungo percorso riabilitativo, collabora sempre con l’azienda che ha fondato che, però, ora è di proprietà di una multinazionale indiana.

Ti potrebbe anche interessare Isola dei famosi, ecco i primi naufraghi confermati. E quel nome importante, famoso a livello mondiale…