Il mondo piange la morte dell’uomo più vecchio del mondo. Quanti anni aveva? Non ci crederete mai, un record davvero incredibile


 

È morto a 112 anni in Giappone Koide Yasutaro, l’uomo più anziano del mondo inserito nel Guinness World Records. Lo hanno riferito i media locali, spiegando che l’ultracentenario è stato stroncato da un attacco cardiaco e da una polmonite in un ospedale della città di Nagoya, dove era stato ricoverato a causa di insufficienza cardiaca cronica.

(Continua a leggere dopo la foto)



Nato nella prefettura di Fukui il 13 marzo nel 1903, l’anno in cui i fratelli Wright con il loro aereo Flyer effettuarono il primo volo inaugurando l’epoca dell’aviazione, Koide per anni lavorò come sarto nella città giapponese occidentale di Tsuruga. Ad agosto dello scorso anno si era guadagnato il titolo dell’uomo più vecchio del mondo dopo la morte di un altro giapponese, Sakari Momoi, più anziano di circa un mese.

Nel 2015 il numero dei centenari ha superato 60.000 per la prima volta in Giappone. Rispondendo a una domanda sul segreto della sua longevità Koide aveva detto che “la cosa migliore da fare è non bere, non fumare, evitare di strafare e vivere con gioia“. Il nuovo record dovrebbe ora passare a un altro giapponese, Masamitsu Yoshida, 111 anni, nato il 30 maggio 1904 a Tokyo. Mentre secondo il Guinness World Records la persona più anziana del mondo in assoluto è Susannah Mushatt Jones, di 116 anni residente a New York.

Caffeinanews by AdnKronos

www.adnkronos.it

Guardate questo signore. No, non è un ”nonnetto” qualsiasi, anzi. È l’uomo più vecchio del mondo. La sua età? Beh, resterete senza parole…