“Il mio volto in fiamme, la pelle che bruciava”. Ridotto così da una sigaretta elettronica. Ecco cosa è successo e perché


 

Un’esplosione improvvisa, il volto in fiamme. Una nottata di riposo che si trasforma di colpo in un incubo a causa di una semplice sigaretta elettronica, la cui batteria è letteralmente scoppiata di colpo.

(Continua a leggere dopo la foto)



Una storia che arriva dall’Inghilterra e che ha avuto per protagonista lo sfortunato Kevin Woodward, padre di due figli, ricoverato in ospedale con gravi ustioni in vari punti del corpo per l’accaduto. L’uomo aveva lasciato la batteria in carica: quando è esplosa, si è svegliato con il volto trasformato improvvisamente in una torcia. Ha cercato di spegnere il fuoco con il cuscino per poi essere portato d’urgenza in ospedale con ferite al viso, alle braccia e alle mani.

“Mi sono svegliato e il lato destro della mia faccia era in fiamme. Era come se qualcuno stesse usando una fiamma ossidrica su di me – ha raccontato – non avevo la minima idea di quello che stava accadendo, è stato come un film dell’orrore“.

Kevin è in cura al Whiston Hospital, nel Regno Unito e ha la faccia bendata. Non sono necessari innesti di pelle, ma ci vorranno dei mesi per la cicatrizzazione. “E’ spaventoso pensare cosa sarebbe potuto succedere se i bambini fossero stati a letto con me in quel momento”.

Aveva cominciato a fumare la sigaretta elettronica per togliersi il vizio, ma si è rotta e il liquido gli è finito in gola. Ecco le devastanti conseguenze