“El Chapo”, l’uomo più ricercato del mondo, arrestato grazie ad uno degli attori più famosi di Hollywood! Sembra un film ma è la realtà. E ora lui rischia la vita. Ecco chi è l’eroe…


 

L’attore americano Sean Penn ha incontrato durante la latitanza il boss del narcotraffico messicano “El Chapo” Guzman. Lo rivela la rivista “Rolling Stone” che pubblica un lungo articolo in cui l’attore statunitense racconta tutte le procedure e tutti i sotterfugi adottati per incontrare in Messico, durante la latitanza dopo la fuga dalla prigione di Altipiano, il boss dei Narcos. L’incontro si è svolto lo scorso 2 ottobre in una zona della giungla. Una vicenda davvero da film…

(Continua a leggere dopo la foto)








L’attore americano è stato accompagnato nei luoghi dove era nascosto il boss della droga dopo la sua fuga dal carcere dall’attrice messicana Kate del Castillo. Il capo dei narcos, infatti, avrebbe voluto far girare un film sulla sua vita. Anche se era stato successivamente fissato un nuovo appuntamento dopo quella prima conversazione, il secondo incontro sarebbe saltato a causa dell’attività di ricerca dell’esercito messicano in corso proprio nella zona dove Sean Penn aveva visto “El Chapo”. Otto giorni dopo, il boss della droga ha inviato all’attore americano una registrazione video con le risposte alle domande che Sean Penn aveva rivolto a lui. All’uomo più ricercato del mondo.

(Continua a leggere dopo la foto)




 

Penn racconta gli sforzi compiuti per raggiungere lo spacciatore, i colloqui con altre persone in contatto con l’attrice messicana e i dettagli della vita del capo del cartello di Sinaloa. “El Chapo” Guzman gli ha raccontato che aveva mandato per tre mesi degli ingegneri in Germania perché imparassero come evitare problemi scavando il lungo e profondo tunnel attraverso cui il boss è evaso da una prigione di massima sicurezza. Nella stessa intervista El Chapo si vanta anche di essere il più grande fornitore di droga del mondo e di avere una flotta di sottomarini, aerei, camion e navi. Tuttavia, non si sa se i contatti che ci sono stati tra Sean Penn e il “signore della droga” erano parte del lavoro di intelligence che potrebbe aver portato poi alla sua cattura. “Rolling Stone” pubblica anche una foto mentre l’attore stringe la mano a El Chapo. “L’intervista con l’attore Sean Penn ha contribuito alla cattura di Guzman”, ha detto una fonte della procura generale.

Potrebbe anche interessarti: Madonna, Sean Penn e quel matrimonio tormentato: ”La sua violenza, le botte…”. La popstar, costretta, ne torna a parlare 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it