“Non è un gioco, fate attenzione”. Muore a 16 anni e la mamma pubblica la foto choc


 

Reece Murphy, 16 anni, è morto in ospedale lunedì dopo aver subito una “cattiva reazione” al farmaco di classe A dopo aver assunto una pastiglia di ecstasy. La madre ha voluto condividere le immagini strazianti che mostrano sedicenne ricoverato all’ospedale, con il sangue che fuoriesce dalla bocca e una macchina attaccata per consentirne la respirazione. Reece Murphy è morto in ospedale lunedì 2 luglio dopo aver assunto la droga e la madre, Sarah Lush, ha ha voluto condividere la fotografia del ragazzo morente per mettere in guardia altri giovani e i loro genitori dai pericoli delle droghe. Reece è stato rinvenuto in gravi condizioni in una casa a Taunton, Somerset, domenica, ed è stato ricoverato in ospedale. Con lui c’era anche un uomo di 30 anni, che si ritiene abbia assunto la droga. La donna ha quindi pubblicando la fotografia del figlio. Immagini strazianti, che mostrano l’adolescente con una faccia insanguinata e attaccata a un respiratore artificiale. “La maggior parte di voi potrebbe pensare che le droghe siano tutte buone e divertenti’’, ha detto la madre. (Continua a leggere dopo la foto)



‘’Pensate che siano un gioco. – ha scritto ancora la donna lanciando un appello ai giovani – Ma alla fine non lo sono, perché possono mettere fine alla vita di qualcuno, proprio come quella del povero Reece” ha aggiunto la madre. “Reece l’aveva già fatto alcune volte ed era stato bene, quindi pensava che fosse al sicuro, ma nessuno può saperlo.  Per favore non assumete droghe, rovinano vite e famiglie” è il monito della signora Lush, che adesso deve fare i conti con un lutto e una mancanza terribile, quella del suo unico figlio. (Continua a leggere dopo la foto)


‘’Il mio cuore è vuoto, vorrei svegliarmi e capire che era solo un incubo. Non posso immaginare la mia vita senza di lui. Non posso evitare di sentire la sua voce o vederlo ridere di nuovo. Al momento è tutto surreale e non sono pronto ad accettarlo’’, ha ammesso la donna nel suo post social, in calce alla foto che mostra il figlio morente su un letto di ospedale. Poi ha fatto appello a tutti i ragazzi, dicendo loro che possono anche credere sia divertente, ma che la droga non è un gioco e può uccidere. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Una pagina di raccolta fondi è stata aperta per pagare il funerale di Reece: sono stati già raccolti 2.600 sterline dall’obiettivo originario di 3.000 sterline. “Come alcuni di voi sapranno, lunedì 2 luglio 2018, abbiamo salutato tristemente Reece Murphy” si legge sulla pagina di GoFoundMe. “Solo pochi giorni prima, Reece aveva preso l’ecstasy e il suo corpo aveva avuto una brutta reazione alla droga e nei giorni successivi i suoi organi vitali sono collassati e il suo corpo si è spento. Reece aveva solo 16 anni e aveva tutta la vita davanti”.

“Non vedrà più i suoi genitori”. Dolore sulla statale delle vacanze: è successo nell’impatto