Avete visto bene questi quattro signori? Tipiche facce da bocciofili…Eppure nascondono un grande segreto. E che segreto: ecco cosa combinavano


 

Sono le classiche facce di persone che si potrebbero incontrare in un circolo bocciofilo o nel retro di un bar a giocare a carte, eppure questi quattro allegri signori, tutti ultrasessantenni, nascondono un segreto: avevano messo a punto «il furto più importante della storia giudiziaria del Regno Unito», almeno secondo i magistrati. Un’impresa da 14 milioni di sterline (quasi 20 milioni di euro). Il tutto nell’arco di tre giorni. Come? In uno stile che ricorda tanto i “Soliti ingnoti”, il celebre film con Totò e Carlo Pisacane. I quattro uomini infatti, insieme ad un complice attualmente latitante, si erano introdotti nel caveau di un’azienda londinese, la Hatton Garden, travestiti da tecnici del gas.

(Continua dopo la foto)



 

 

Qui erano riusciti, grazie ad un trapano industriale di diamante, a fare alcuni buchi nel muro in cemento armato a rubare denaro e preziosi approfittando del lungo ponte pasquale.  Sembrava tutto perfetto, ma già durante la realizzazione del colpo qualcosa era andato storto: la mente, il 76enne Brian Reader, si scoraggiò quando scoprì che servivano altri strumenti per entrare nel caveau e abbandonò i complici dopo la prima notte di ‘lavoro’. Terry Perkins, 67 anni, dovette invece ricorrere a diverse iniezioni di insulina durante quelle interminabili ore. Sarebbe stata proprio un’intercettazione ambientale a tradirlo mentre era a bordo della sua modesta Citroen Saxo. Dopo l’arresto, invece, il 60enne William Lincoln, che soffre di incontinenza, non riuscì a controllare bagnandosi di urina. Ma non tutti sono finiti dietro le sbatte,  finora infatti non c’è traccia né del complice in fuga, né dei due terzi del bottino.

Ti potrebbe interessare anche: Aveva sparato ai rom che lo stavano derubando ed era stato condannato: adesso l’eredità di Ermes Mattielli, morto pochi giorni fa, andrà a quei ladri. Ecco perché