Non ha più una casa, è anziano e malato ma, pur di non separarsi dal suo cane, ha preso una decisione drastica (e preoccupante). E non vuole sentire ragioni…


 

Questa è una storia d’amore. Un amore così profondo che ha portato un anziano di 80 anni a prendere una decisone drastica pur di vivere insieme al suo amico a quattro zampe. L’uomo è rimasto senza casa. Gli è stato anche offerto un letto in un ricovero pubblico, dove ovviamente è vietato l’accesso agli animali, e la sistemazione in un box per il suo amato pastore belga, ma lui, pur essendo malato, non ha accettato.

(Continua a leggere dopo la foto)



Quindi la decisione di dormire nella propria utilitaria pur di non separarsi dal suo amico da 9 lunghi anni. Una situazione che ovviamente non può andare avanti a lungo, per questo i volontari dell’organizzazione no profit La Cuccia di Monfalcone, teatro di questa vicenda che fa stringere il cuore, hanno lanciato un appello su Facebook: ”Solitamente gli annunci che pubblichiamo sono di amici a quattro zampe alla ricerca di una casa, una famiglia – si legge -. Oggi però a cercare una casa, oltre a un cane è anche il suo proprietario, un uomo anziano, rimasto senza un tetto, costringendoli alla separazione, l’animale in un box e l’uomo in un altra struttura. Cerchiamo una casa, un appartamento che abbia un affitto basso nella zona del Monfalconese a Grado, per far si che queste due anime possano continuare a stare insieme – continua nel post – per info e altro contattare il 338 351 5362 (se non risponde lasciare un sms e verrete ricontattati), oppure il 348 638 2042”. La speranza dei volontari, ora, è di poter trovare presto una sistemazione ai due, cane e padrone, in modo che possano trascorrere il Natale insieme. In una casa vera.

Potrebbe anche interessarti: Lei, Nina, salva da morte certa questa cucciolona, poi, però, è costretta a darla in adozione. Quello che succede dopo (e che Nina non si aspettava) vi farà commuovere…