“Non ho più il cancro”. Il giorno peggiore della vita. Vanessa era guarita, aveva vinto la sua lotta contro il male. Per festeggiare esce con il marito, ma quello che succede è mostruoso: “Ogni giorno rivivo la sua morte”


 

Dopo un periodo difficile sembrava che le cose si fossero finalmente messe a posto. Vanessa McAloon aveva il cancro e le sua lotta è stata molto dura, ma dopo delle cure estenuanti finalmente era uscita dal tunnel ed era guarita. Ma quel giorno è stato l’inizio della fine. La 48 britannica, madre di due figlie, aveva per festeggiare la notizia della guarigione aveva deciso di approfittare della giornata di sole e andare a fare un giro in moto per le strade del Galles occidentale insieme al marito Jim, appassionato di motociclette come lei. Ma quel giorno che doveva essere così felice, Vanessa è morta in un tragico incidente stradale. Era il novembre del 2016, mentre la donna era in moto, ha dovuto evitare l’auto di un anziano di 84 anni, Jean Williams, che viaggiava nella direzione opposta ed era impegnato in un sorpasso pericoloso. Proprio dietro di lei c’era Jim che non ha potuto fare niente per evitare l’impatto e l’ha travolta con la sua moto. Nulla di più orribile poteva capitare, ma le disgrazie per questa famiglia purtroppo non si sono fermate qui. (continua dopo la foto)







Nel corso del processo l’anziano è stato giudicato colpevole ed è stato condannato a 12 mesi di carcere, ma la pena sospesa perché l’uomo era incensurato. Dal giorno della morte di Vanessa suo marito Jim, di 51 anni, non si è più ripreso. All’uomo è stato diagnosticato un disturbo post traumatico da stress e, oltre a sua moglie, ha perso anche la casa e il lavoro. Jim, che vive insieme alla figlie Sophie e Becky di 19 e 24 anni il dramma della perdita della donna, nel corso del processo ha accusato l’anziano responsabile di aver provocato l’incidente di non aver neppure voluto ammettere le sue colpe. “Ogni giorno rivivo la sua morte. Ho investito mia moglie. È successo tutto in una frazione di secondo”. (continua dopo le foto)









Jim è completamente distrutto. “È stato impossibile per me evitarla. So che è stato un incidente, ma il fatto che il conducente dell’auto non abbia mostrato alcun rimorso rende il nostro dolore ancora più grande”, ha detto l’uomo davanti al giudice. La famiglia di Vanessa ha spiegato che la 48enne aveva appena scoperto di essere guarita dal cancro al seno che gli era stato diagnosticato due mesi prima. Dopo il tragico incidente il vedovo e le sue figlie hanno lasciato la loro casa perché incapaci di gestire il ricordo della donna.

Ti potrebbe interessare anche: “Torni a casa, è solo mal di schiena”. Ma muore. Il dramma in un ospedale italiano dopo quella diagnosi completamente sbagliata. La rabbia i parenti: “Potevate salvarla, l’avete fatta morire”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it