Choc: “Italiano scomparso in Turchia”. Appello internazionale: di lui si sono perse le tracce da diversi giorni. Ritrovati i documenti, ma questa storia sa già di mistero. I dettagli


 

Alessandro Fiori, un cittadino italiano, è scomparso da tredici giorni a Istanbul, in Turchia. Originario di Soncino, nel cremonese, non ha più contattato amici e parenti da quando è arrivato nella città turca con un aereo partito da Linate. I genitori sono già volati in Turchia ma non sono riusciti a rintracciarlo né a mettersi in contatto con lui. Per questo si sono rivolti ai carabinieri di Soncino, che hanno avviato le indagini, insieme a Europol e Interpol. I genitori di Alessandro Fiori hanno diramato anche un appello attraverso la televisione turca, partecipando a una versione locale di “Chi l’ha visto?”. Alessandro Fiori lavora presso una multinazionale, come scrive il quotodiano La Provincia, e viaggia spesso all’estero, soprattutto in Russia e Medio Oriente. “Non ha mai avuto problemi con la legge ed è da sempre benvoluto dalla cerchia degli amici più intimi. Nessun litigio, né in famiglia né in paese”, scrive La Provincia. Il mistero di Alessandro Fiori, però si infittisce. (Continua a leggere dopo la foto)







A Istanbul, infatti, sono stati rivenuti i documenti e il cellulare del 33enne italiano: si trovavano all’interno della camera dell’hotel dove Alessandro alloggiava. Alla televisione turca testimoni riferiscono di avere visto l’italiano all’hotel Sultanhamet e poi su un taxi che l’avrebbe portato in centro. Nella sua camera d’albergo sono state trovate le valigie e i vestiti. Il portafogli vuoto, i documenti e il telefono scarico sono stati rinvenuti in un cestino. Obitori e ospedali non l’hanno registrato. Le telecamere l’hanno ripreso mercoledì 14, di pomeriggio, in due locali. Non si conosce lo scopo del viaggio in Turchia del manager. (Continua a leggere dopo le foto)





 

Non si tratterebbe comunque di una fuga, dato che la famiglia ha confermato che il loro parente era solito volare in giornata per mete europee e del vicino Oriente. Le autorità italiane e turche, così come l’Europol, non hanno rivelato alcun dettaglio né confermato le indiscrezioni. La famiglia non sapeva della partenza. Non sono state avanzate richieste di riscatto. È partita un’allerta internazionale e la denuncia di scomparsa dall’Italia è arrivata a Istanbul. Il padre di Alessandro ha descritto il figlio e ha lanciato un appello a chiunque possa aiutare le indagini.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Scomparso”. Marcello Cirillo dopo I Fatti Vostri. Da quando non lo hanno riconfermato, il cantante ha fatto perdere le tracce. La sua vita oggi è un’altra e a raccontarla è proprio lui: “Ecco cosa mi hanno fatto”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it