Va dal chirurgo perché vuole farsi togliere le cicatrici dell’intervento al seno, ma, quando i medici la spogliano, scoprono il suo inconfessabile segreto (che vi metterà spavento)


 

Si chiama Penny, è americana e ha un’ossessione molto particolare: vuole il punto vita stretto, ma stretto che più stretto non si può. E fa di tutto, persino delle cose folli, per realizzare il suo sogno.  Per avere il punto vita di 58 centimetri, indossa il corsetto per 20 ore al giorno. In pochi mesi è passata da un giro vita di 96 centimetri a uno di 71 ma ancora non è contenta: lo vuole più stretto anche se non ha una conformazione fisica da acciuga. Così, ora, invece di indossare il corsetto per 20 ore, lo indossa per 23 ore. Praticamente sempre. Una tortura bella e buona.












Qualche tempo fa è andata dal chirurgo per farsi eliminare le cicatrici che le sono rimaste dopo l’intervento di chirurgia al seno al quale si è sottoposta e i medici, quando l’hanno vista, si sono molto preoccupati della sua salute: indossando il corsetto per così tante ore,  rischia di comprimere i suoi organi interni, primi tra tutti i polmoni e l’intestino. Così ha rivelato ai medici il suo ‘’segreto’’. Nonostante l’allarme dei medici, Penny sembra non capire la gravità della situazione e definisce la sua insana abitudine uno “stile di vita”. (Continua a leggere dopo la foto)



Ha inoltre spiegato che il modo migliore per non sentirsi “schiacciata” è mangiare cose leggere regolarmente ed evitare i cibi piccanti e le bevande gassate. “Se lo si fa in modo sano, non sono contrario alla modificazione della vita, ma Penny sta esagerando. Potrebbe subire delle complicazioni, come ad esempio lo spostamento degli organi nel suo corpo”, ha dichiarato il medico che la ha visitato la ragazza. Speriamo che le torni presto un po’ di sale in zucca.

Per vedere la trasformazione di Penny, clicca su Next

Leggi anche: “Vogliamo essere Barbie e Ken, una coppia giocattolo”. Ecco quanto hanno speso finora in interventi chirurgici (una follia) e come sono diventati

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it