“I ladri!”. Solo in casa si nasconde nell’armadio. Impaurito, attende che gli intrusi vadano via. E mentre è là dentro sente un rumore agghiacciante…


 

Rex oltre che un nome per un pastore tedesco sembra quasi una garanzia. Proprio come il suo eroico omonimo televisivo, questo cagnone meraviglioso di due anni, si è reso protagonista di un’incredibile vicenda di coraggio e determinazione salvando la vita a Javier Mercado, suo proprietario sedicenne. Il cane, lottando strenuamente contro dei banditi, è riuscita ad avere la meglio ma non senza conseguenze. No, non è la trama dell’ultima puntata del telefilm “Il commissario Rex”, appunto, ma una storia tutta vera che arriva dalla periferia di Seattle, negli Stati Uniti. Ma partiamo con ordine. Dei ladri in pieno giorno, dopo aver spaccato i vetri dell’abitazione dei Mercado, hanno iniziato a razziare tutto quel che potevano. Per la paura, l’adolescente si è rinchiuso in un armadio del primo piano mentre Rex si è lanciato contro i malviventi, azzannandoli. “Ho iniziato a sentire abbaiare tanto — ha raccontato poi Mercado alla polizia — e poi un uomo che urlava: ‘Il cane mi ha morso, il cane mi ha morso’”. Il ragazzo, approfittando della confusione, ha chiamato la polizia con il suo cellulare ma nel frattempo gli altri ladri hanno iniziato a colpire il cane violentemente con diversi oggetti contundenti. (Continua dopo la foto)







“Lo sentivo piangere dopo ogni colpo — ha proseguito il sedicenne — e volevo andare ad aiutarlo ma l’operatore al telefono mi diceva di continuare a rimanere nascosto”. Rex malgrado i potenti colpi ricevuti ha continuato a lottare sino a quando uno dei malviventi non ha estratto la pistola e gli ha sparato tre colpi. A quel punto il cane si è accasciato e Mercado ha temuto il peggio: “Ho pensato che fosse morto”. I ladri, approfittando del via libera sono saliti di sopra. A quel punto, Rex intuendo il pericolo si è rialzato e si è avventato nuovamente sui delinquenti che hanno ricominciato a colpirlo. Per fortuna, quando in lontananza si sono sentite le sirene della polizia, i ladri sono scappati e, così, non hanno scoperto il ragazzo nascosto nell’armadio. (Continua dopo le foto)





 

Gli agenti, entrati in casa e sinceratisi che il sedicenne stava bene, hanno soccorso il cane in fin di vita trasportandolo in una clinica veterinaria dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per stabilizzare l’osso della zampa posteriore sinistra, frantumato da un proiettile, e per saturare le ferite d’arma da fuoco al collo. Cure peraltro molto costose. Per questo, i genitori di Javier hanno pensato di aprire una sottoscrizione sulla piattaforma GoFundMe. La storia di Rex, nel frattempo, aveva fatto il giro degli Stati Uniti e le donazioni arrivate hanno superato i 57 mila dollari. Presto il pastore tedesco potrà tornare a casa e riabbracciare Javier che non vede l’ora: “Senza di lui non sarei qui a raccontare questa storia”. Altro che cane poliziotto, Rex è e sarà per sempre omonimo di eroe. Bravo!

Ti potrebbe anche interessare: “La paura? Non so cosa sia”. Guai a chiamarlo ‘vecchietto’: a 88 anni, questo anziano signore si trova di fronte una possibile tragedia. Senza pensarci, interviene così. Il web ora celebra il suo nuovo eroe

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it