“Ho tanti problemi…”. Stanca a depressa si addormenta sul treno. E al suo risveglio… Quello che si ritrova sulle gambe la lascia senza parole. Una storia davvero incredibile… applausi!


 

Ci sono momenti nella vita in cui va tutto storto. Ed è proprio in questi momenti che si perde fiducia in tutto: nella fede (qualunque essa sia), nelle persone, nella speranza di tornare a vivere felici. Qualcuno dice che da questi momenti peggiori una persona intelligente riuscirà a guadagnarci comunque qualcosa: lezioni di vita, amore per qualcuno, esperienza. È comunque difficile in quei momenti essere lucidi e pensare positivo e questo Ella, la protagonista della nostra storia, lo sa bene. Dopo essersi lamentata di essere a corto di soldi con sua madre al telefono, fino ad arrivare alle lacrime, una studentessa di 23 anni si è risvegliata da un pisolino sul treno con 100 sterline sulla ginocchia. Ella Johannessen ha spiegato alla mamma di essere “stressata” mentre era in treno da Peterborough a Leeds. In particolare, un episodio l’ha sconvolta al punto da farla mettere a piangere: le 35 sterline che pensava le fossero state inviate tramite bonifico bancario sembravano svanite. Poi si è addormenta. (Continua dopo la foto)







Al risveglio, la bellissima sorpresa: sotto un tovagliolo di carta, ha trovato cinque banconote da 20 sterline (un totale di circa 114 euro). La signorina Johannessen ha raccontato l’episodio su Facebook nel tentativo di rintracciare il Buon Samaritano. “Ho raccontato a mia madre di esser rimasta senza soldi e di essere preoccupata per le mie finanze. Ero molto arrabbiata”, ha scritto sul proprio profilo. Ella si è detta “incredibilmente grata” con lo sconosciuto che le ha fatto quel regalo, senza pretendere neanche un “grazie”. La 23enne, laureata alla Leeds Beckett University, nel suo ultimo anno di studi si è indebitata, anche dopo aver rinunciato al lavoro part-time per concentrarsi sui corsi. Ma è stata soprattutto la perdita del padre e dei nonni (persi in poco più di un anno) a gettarla in una situazione di sconforto. (Continua dopo le foto)





 


“Negli ultimi 18 mesi ho perso mio padre ed entrambi i suoi genitori. Questa persona mi ha dimostrato che esiste la gentilezza e la brava gente nel mondo”, scrive Ella, “Vorrei dire allo sconosciuto che mi ha sollevato il morale e mi ha aiutato molto”. E se è vero che in questi momenti si pensa di non riuscire minimamente a pensare al buono, ci sono questi choc talmente positivi che invece ci dimostrano il contrario: perché se il male genera male, il male, quasi sempre, genera bene. Cosa sia capitato poi ad Ella non ci è dato sapere, ma come in un bel film è giusto che le nostre strade si separino. Ora sappiamo che in qualche modo la speranza è tornata nella sua vita e questo, forse, è l’insegnamento più grande che potremmo mai imparare da una vicenda del genere.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma cosa diavolo è?”. Sembra il prologo di un film di fantascienza ma invece è tutto vero: Ufo avvistato nei cieli da diversi piloti di linea. La conferma è arrivata delle autorità: “Era qualcosa di sconosciuto che non sappiamo spiegare”. È la prova che gli alieni esistono?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it