“Sembrava solo mal di pancia…”. Arriva in ospedale a 11 anni e partorisce. Choc in famiglia, quello che è accaduto è assurdo: “Non ci eravamo accorti di nulla”


 

Il mondo intero è rimasto sotto choc di fronte a questa notizia che arriva dalla Spagna. La vicenda coinvolge una bambina boliviana diventata mamma a soli 11 anni dopo essere rimasta incinta per un rapporto con il fratello maggiore di appena 14. A tali conclusioni sono arrivate le indagini che hanno preso in considerazione una serie di elementi, comprese le testimonianze del padre e del fratello stesso della bambina, come hanno confermato fonti investigative all’agenzia Dpa. Le conferme definitive arriveranno con i risultati degli esami sul Dna, attesi nelle prossime settimane. I fatti si sono svolti in maniera assurda, visto che in famiglia nessuno si era accorto di quello che stava succedendo e soprattutto del fatto che il corpo della piccola nel giro di 9 mesi si era modificato. La bambina ha partorito venerdì scorso in un ospedale di Murcia, nel sud-est della Spagna. Il parto è andato bene e dalle prime notizie sia la madre, che il neonato stanno bene. Ma al momento deve ancora essere stabilito con precisione quello che è accaduto all’interno della casa che i due fratelli condividevano. (continua dopo la foto)



L’undicenne di origine boliviana è arrivata al pronto soccorso dopo aver manifestato “problemi allo stomaco”, come hanno spiegato i familiari alla polizia. Né la bambina, né i genitori avevano preso in considerazione l’ipotesi di una gravidanza. “Quando sono state poste domande sull’argomento, hanno risposto che non lo sapevano”, hanno spiegato fonti sanitarie all’emittente Cadena Ser. Successivamente, le indagini hanno permesso di capire che il padre del neonato è il fratello 14enne della mamma. Al momento del concepimento, il ragazzo aveva 13 anni e pertanto -ha evidenziato la polizia alla Dpa- non è imputabile. (continua dopo le foto)


 


 


Una situazione drammatica per tutta la famiglia, i risvolti legali, ma soprattutto psicologici dell’intera vicenda avranno ripercussioni su tutti e per nessuno sarà facile superare una situazione di questo tipo. La relazione tra i fratelli – in un quadro comunque condizionato dall’età dei soggetti coinvolti – viene descritta come ‘volontaria’. Secondo la legge spagnola, non sono consentiti rapporti sessuali con minori di 16 anni. La bambina verrà ascoltata nelle prossime ore dagli inquirenti. Secondo i dati diffusi dall’Istituto nazionale di statistica (Ine), nel primo semestre del 2017 hanno partorito 197 ragazze di età inferiore o uguale ai 15 anni. Il numero sale a 359 se la soglia viene spostata ai 16 anni d’età.

Ti potrebbe interessare anche: Tre sorelle e una storia che commuove il web: cosa c’è dietro questo scatto che ha smosso addirittura la tv. Non è mai troppo tardi per sperare, una vicenza pazzesca e ad alto tasso di emozione