“Fate attenzione: è molto pericoloso!”. Ecco il significato di questa stranezza. Esce tardi dal lavoro e trova una camicia incastrata sul parabrezza. Si spaventa e chiama la polizia che subito mette sull’allerta: “Signora ha fatto bene”


 

Di cose strane se ne vedono parecchie. Soprattutto nelle grandi città è facile assistere a ‘fenomeni’ piuttosto inquietanti. La preoccupazione per molte persone nasce da alcuni episodi che spesso risultano inspiegabili, ma che invece hanno una spiegazione precisa. Non c’è dubbio sull’ingegnosità dei criminali ed è per questo che è importante conoscere ogni nuova strategia da loro utilizzata per danneggiare gli altri, sperando che un giorno finiscano le loro risorse. La novità del momento è quella di lasciare vestiti legati al tergicristallo. Ashley Hardacre è una donna americana di 19 anni del Michigan e, come riportato da Cbs news, aveva terminato tardi di lavorare, mentre si dirigeva verso il parcheggio, notò che sulla sua auto c’era qualcosa che non le apparteneva. Si trattava di una camicia che copriva gran parte del vetro anteriore ed era impigliata nel tergicristallo del parabrezza. Colta di sorpresa ha lasciato la camicia dove si trovava anche per non perdere tempo, visto che andava di fretta. Così è salita subito in auto lasciando il parcheggio il più presto possibile. Non era solo fretta: aveva intuito che c’era qualcosa di molto strano. (continua dopo la foto)







Mentre guidava, la donna si è accorta di essere seguita, ma non si è fermata finché non ha raggiunto un posto dove c’erano molte persone che la fecero sentire al sicuro. Attivò i tergicristalli in modo che la camicia si staccasse, ma era agganciata molto bene. A quel punto ha messo di nuovo in moto ed è tornata a casa. Da lì ha deciso di chiamare la polizia, temendo che i malintenzionati l’avessero seguita fin lì. Gli agenti una volta sopraggiunti le hanno riferito che si trattava di un nuovo metodo di rapina: mentre le persone si fermavano a guardare l’indumento provando a sganciarlo dall’auto, i criminali agivano derubandoli. (continua dopo la foto)





 


Diversi casi infatti erano stati segnalati nei seguenti Paesi: Stati Uniti, Messico, Argentina e Spagna. La ragazza è rimasta un paio di giorni sotto sorveglianza, ma ha deciso di rendere pubblica la sua storia in modo che nessuno cada nella trappola dei criminali. È importante sapere come agire in situazioni diverse e ricordare che ogni secondo è importante. A questa giovane è andata bene e soprattutto è stata abbastanza scaltra da non cadere nell’inganno e chiamare subito le forze dell’ordine.

Ti potrebbe interessare anche: “Mostro disgustoso…”. Allontanata da tutti per un motivo banale. Alice ha solo 18 anni e da tempo convive con un problema terribile. Le persone pensano che sia contagiosa, ma la (triste) realtà è ben altra. Il suo grido disperato: “Sono normale!”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it