“Mostro disgustoso…”. Allontanata da tutti per un motivo banale. Alice ha solo 18 anni e da tempo convive con un problema terribile. Le persone pensano che sia contagiosa, ma la (triste) realtà è ben altra. Il suo grido disperato: “Sono normale!”


 

Alice Weekes è una ragazza britannica di diciotto anni. La giovane da quando aveva appena undici anni è costretta a fare i conti con un fastidioso disturbo e anche, purtroppo, con i commenti spesso crudeli della gente. La vita per un’adolescente è piena di novità: il cambio della scuola, del proprio corpo e le nuove responsabilità che arrivano con l’età che cambia. A guardarsi indietro tutti pensiamo sempre che quelli erano anni dorati, ma nessuno dimentica i tenti problemi quotidiani, se a questo aggiungiamo dei problemi di salute, allora possiamo immaginare le difficoltà di questa ragazza. Alice quando aveva undici anni ha iniziato ad avere alcune macchie sul corpo. Ad accorgersene per primo fu il suo parrucchiere che notando queste macchie sulla testa pensò potesse avere la tigna, una cosa quindi facilmente risolvibile, ma col tempo è andata sempre peggio. Gran parte del suo corpo si è ricoperto di macchie rosse e per Alice all’età di quindici anni è arrivata la diagnosi: è affetta da psoriasi. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa. (continua dopo la foto)








Sicuramente Alice non aveva nulla di particolarmente grave e la sua salute non era in pericolo, ma questa malattia le ha creato dei problemi anche seri soprattutto perchè era nella delicata fase dell’adolescenza. Per anni, infatti – il racconto della stessa ragazza riportato dal Daily Mail – la giovane non ha accettato il suo corpo e ha cercato di nasconderlo quanto più possibile per evitare che la gente potesse notarla. E ha spiegato di aver sofferto anche per i commenti crudeli della gente, che chiedeva se avesse una malattia contagiosa. Chi la osservava infatti non faceva altro che dirle cose crudeli, arrivando addirittura ad allontanarla, la maggior parte delle persone pensava che avesse qualcosa che si potesse trasmettere. Ma era tutto falso e la ragazza ne ha sofferto immensamente. (continua dopo le foto)





 

 


Trascorsi molti anni, ora finalmente Alice sta imparando ad accettare il suo corpo e la sua pelle e ha deciso di mostrarsi anche per dar coraggio ad altre persone nella sua condizione. Ha spiegato che le macchie possono coprire anche il 70 percento del suo corpo ma ormai di essersi abituata tanto da non ricordare quella che era la sua pelle prima della psoriasi. “Non voglio più nascondermi, voglio educare le persone mostrando loro che le malattie autoimmuni sono normali e che la mia pelle potrebbe sembrare diversa ma è del tutto normale”, ha spiegato la diciottenne, che ha parlato anche dell’importante sostegno avuto dalla sua famiglia e dai suoi amici: “Voglio dire a tutti di ignorare gli sguardi e i commenti e di essere te stesso. Ama te stesso, svegliati ogni giorni e dì che sei bella”.

Ti potrebbe interessare anche: “Mi sto spegnendo”. Scrive su Facebook, poi arriva la polizia e la trova così. Per questa giovane mamma di 22 anni il destino era segnato. A lanciare l’allarme erano stato gli amici, allarmanti da quella frase, un caso che si tinge di giallo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it