Si guarda il film con l’amico, poi afferra un coltello, lo uccide e lo infila nel forno a microonde. Il motivo? Agghiacciante…


 

Una serata tra amici si è trasformata in tragedia. Due ragazzi trascorrono la serata insieme, tra varie bottiglie di scotch e la serie The Walking Dead su Netflix. Poi, uno dei due uccide l’altro. Il 23enne Damon Perry, residente nel New Mexico, è stato arrestato alla fine della scorsa settimana dalla polizia di Grants per aver ammazzato l’amico e coetaneo Christopher Paquinò. L’omicidio risale alla notte tra giovedì e venerdì ed è avvenuto nella casa di un parente di Perry, come riporta la NBC.

 

(Continua dopo la foto)



Le motivazioni? Quello che Perry ha raccontato alla polizia suona incredibile: “Si era trasformato in uno zombie, mi ha anche morso, lì ho iniziato a picchiarlo con tutta la forza che avevo”. Per uccidere l’amico, il 23enne ha usato anche una chitarra, dei coltelli da cucina e un microonde. Come se non bastasse, dopo l’omicidio è uscito in strada con un coltello in mano seminando il panico tra i vicini e minacciando una donna, costretta a barricarsi a chiave in casa. Solo l’intervento della polizia ha evitato ulteriori spargimenti di sangue. L’uomo è attualmente detenuto, in attesa di giudizio, nel carcere di Cibola.

Ti potrebbe interessare anche: 17enne rivela: “Voglio fare il killer”. Poi si avventa sul padre col coltello e…