Consapevole di essere molto sexy, posta i suoi scatti “acchiappa like” su Facebook: un uomo poi la contatta e le confida qualcosa di sconvolgente. Ecco cos’è successo a una giovane (che probabilmente dirà addio alle foto hot)


 

È stata costretta a mettere una sorta di copyright nei suoi selfie dopo aver scoperto che venivano utilizzati senza permesso su dei profili falsi. Protagonista della vicenda è la 19enne dell’Essex, studentessa all’università Royal Holloway.

Le foto della giovane venivano usati in siti di incontri per attirare uomini e, molto spesso, venivano accostate ad altre foto di nudo che, ovviamente, non appartenevano alla 19enne.

(Continua a leggere dopo la foto)










Amelia, consapevole del suo sex appeal, ha sempre postato sulla sua pagina foto che la ritraggono in pose audaci e si è accorta del furto degli scatti grazie a un fotografo. L’uomo l’ha contattata e le ha detto di averla già vista in un sito di incontri. Sconvolta da quanto le era stato appena detto, ha iniziato a indagare sui social e ha scoperto tantissimi fake. “So che dovrei prenderlo come un complimento.

Sono molte le persone che utilizzano le mie foto come se fossi una star, ma la cosa mi infastidisce tantissimo”, ha dichiarato la ragazza. Al momento la ragazza, insieme ai suoi amici, sta contattando i profili falsi nella speranza che vengano tutti cancellati.

Sifilide, l’abbiamo sempre sentita nominare, ma sappiamo veramente come si manifesta? Quest’uomo di 38 anni l’ha presa e ha deciso di mostrare a tutti le foto choc della malattia (non per persone sensibili)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it