A 23 anni mette al mondo il suo bambino e, dopo la gravidanza, inizia a odiare il suo lato B. Allora si rivolge a una clinica per realizzare il suo sogno: un fondoschiena alto e sodo. Di certo non si aspettava che sarebbe andata così…


 

Un intervento al fondoschiena è stato letale per Angie Carolina Mendozaun, una giovane mamma di 23 anni. La giovane è morta stroncata da un infarto durante un’operazione di chirurgia estetica in una clinica clandestina. Il malore è sopraggiunto durante l’intervento e la donna è stata portata in un ospedale vicino dagli stessi sedicenti medici, che sono poi fuggiti non appena il personale ha provato a fermarli. Angie è morta poco dopo.

Il marito ora è devastato. “Era diventata ossessionata dal suo corpo dopo la gravidanza – ha raccontato James Polo – Le ho pagato un abbonamento in palestra e l’ho incoraggiata ad allenarsi, ero felice di poterla aiutare a combattere questa immagine negativa che lei aveva di se stessa”. Sul caso è stata aperta un’inchiesta.

”Io e il mio sedere”, uno spot racconta la relazione di una donna con il suo lato b