Arriva in ospedale con un pugnale conficcato nel sedere. E quando i medici gli chiedono il perché… restano (giustamente) senza parole


 

Di notizie strane dal mondo ne arrivano diverse, ogni giorno. Ma questa è sicuramente meritevole di nota e, difatti, dai giornali cinesi è rimbalzata immediatamente sul Daily Mail. In Cina un 50enne è giunto in ospedale con un pugnale di 15 centimetri conficcato nel sedere. Quando i medici del Sir Run Run Shaw Hospital di Hangzhou gli hanno chiesto perché l’arma si trovava proprio lì, il paziente ha risposto loro che stava “cercando di rimuovere le emorroidi”, quando il coltello gli è rimasto nel retto. Ma, sorpresa, lo staff sanitario non ha trovato alcuna traccia di emorroidi.

Dopo, il signor Yan ha detto ai giornalisti di soffrire di emorroidi da circa 10 anni. Ma negli ultimi giorni il dolore era diventato insopportabile, così ha deciso di “tagliarle via” con una pratica sicuramente “artigianale”. Ha detto di aver effettuato l’operazione accovacciato di fronte a uno specchio e a un certo punto ha perso l’equilibrio ed ha finito per sedersi sul pugnale. Ma i chirurghi sono riusciti a estrarre con successo il coltello dal corpo dell’uomo. E, vista l’assenza di emorroidi, i sanitari sospettano che il paziente soffra di malattie mentali.



140 persone finiscono in ospedale e i medici non hanno dubbi: è colpa del kebab che hanno mangiato tutti. Ma per loro lo choc è stato scoprire cosa c’era dentro. Rivoltante, oltre ogni immaginazione…