Morte al McDonald’s: erano tutti presi dai loro panini veloci e gustosi per accorgersi di quello che, proprio tra quei tavoli, stava accadendo. Una storia triste, di quelle che fanno riflettere


 

Solitudine, che solo chi vive in una grande città può conoscere. Siamo a Hong Kong e la povera protagonista di questa storia è una donna senzatetto morta all’interno di un ristorante McDonald’s  nel distretto di Ping Shek nel quale si era rifugiata, circondata da centinaia di persone che per ore e ore hanno ignorato la sua presenza. E’ accaduto sabato scorso: la vittima è deceduta con la testa appoggiata sul tavolo e il corpo adagiato sui divanetti, ma intorno a lei erano tutti troppo indaffarati per accorgersene.

(continua dopo la foto)








Secondo le prime ricostruzioni fornite dalla polizia la donna sarebbe entrata nel locale in cerca di una sistemazione per la notte circa 24 ore prima del ritrovamento del cadavere, mentre ad accorgersi del corpo – riporta il quotidiano britannico Telegraph, che per primo ha dato la notizia nel Vecchio Continente – sarebbe stata una cliente ben 7 ore dopo il decesso, convinta che la senzatetto fosse soltanto svenuta, o che stesse semplicemente dormendo. Naturalmente la notizia ha fatto il giro del mondo ed ha imbarazzato non poco la compagnia fast food, che in una nota ha scritto: “McDonald Hong Kong vuole esprimere il suo dolore per lo spiacevole incidente accaduto presso il nostro ristorante di Ping Shek”.

Ti potrebbe anche interessare: Brividi al McDonald’s: ordina crocchette di pollo ma dentro c’era… ben altro animale 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it