Il loro patrigno, quando erano piccole, le violentava, ma non hanno mai avuto il coraggio di confessare per la vergogna. Poi diventano grandi, si fanno forti e decidono di vendicarsi. Lo fanno grazie a Facebook. Così…


 

Tre sorelle, Danielle, Terri-Ann e Patricia, dopo anni di silenzi e di vergogna, hanno deciso che non era più il caso di tacere. Già, perché le tre ragazze inglesi, per anni, non hanno detto una parola delle violenze a cui la sottoponeva il patrigno. Un segreto terribile che non sono mai riuscite a confessare. Poi, quando sono diventate donne, si sono decise e si sono confidate l’un l’altra. Nessuna delle tre sapeva che anche le altre vivevano nella stessa situazione. La più grande, Danielle, 30 anni, che ancora oggi soffre di attacchi di panico, ha riferito al Daily Mail: ‘’James ha rubato la nostra innocenza, ha portato via i più preziosi anni della nostra vita. Eravamo appena bambine e lui ha approfittato di noi. Siamo ancora tormentate da quello che ci ha fatto”. Allora hanno fatto una cosa, tutte e tre, compatte: hanno cercato l’uomo su Facebook e sono riuscite a trovarlo. Poi arriva il bello della storia.

(Continua a leggere dopo la foto)



Hanno scoperto che viveva in Botswana con una nuova moglie. Terri-Ann, che oggi ha 24 anni, ha detto: ‘’Non riuscivo a crederci quando l’ho trovato: mi ha fatto ribollire il sangue. Non sapevo se aveva figli e non potevo sopportare l’idea che potrebbe essere abusare di altri bambini e rovinare la loro vita. Per riuscire a parlargli, ha usato un nome falso’’. Dopo averlo trovato su Facebook, le tre sorelle hanno preso coraggio, sono andate dalla polizia e lo hanno denunciato. Per tre anni l’uomo è stato tenuto sotto controllo dalla polizia e, a marzo, è stato arrestato appena l’aereo su cui viaggiava è atterrato in Inghilterra, a Heathrow. E’ stato condannato a 12 anni di carcere, che ora sta scontando, dopo essersi dichiarato colpevole di reati sessuali contro le tre sorelle, tra il 1993 e il 1999. Tutto era iniziato quando la madre delle ragazze aveva iniziato la relazione con lui: James aspettava che la donna andasse a lavorare per abusare delle bimbe. L’incubo finì per un po’ quando, nel 1999, fu arrestato per reati sessuali che aveva commesso quando da giovane, in Irlanda. Ora, però, è finito per sempre.

Leggi anche: Fanno sesso appassionato in auto e, solo dopo, lui si accorge della tremenda verità