Un incidente frontale e per lui, a soli 16 mesi, la vita sembrata finita lì: in quell’impatto è rimasto decapitato. Poi un vero e proprio miracolo umano, una bella storia…


 

Jackson Taylor aveva solo 16 mesi quando è rimasto vittima di un terribile frontale mentre era in auto con la madre e la sorellina di 9 anni. Nel violento impatto, la testa del piccolo si è staccata dal collo in una decapitazione interna. Inizialmente dato per spacciato, i chirurghi sono riusciti a riattaccare la testa alle vertebre utilizzando un pezzo della sua costola. Un intervento durato sei ore che ha letteralmente ridato la vita al piccolo Jackson. Ora il piccolo indossa una struttura protettiva, ma tra due mesi potrà liberarsene e tornare a vivere una vita normale.

Il chirurgo Geoff Askin, che ha guidato il team di medici coinvolti nell’intervento, ha detto: “Molti bambini non sarebbero sopravvissuti o anche se rianimati non avrebbero potuto muoversi o respirare di nuovo”.

Per lui quella gabbia non è un gioco, ma lì dentro sta trascorrendo una parte della sua vita. Perché con lui il destino è stato malvagio e perché anche altro sembra accanirsi contro il piccolo Saul