“Ecco come mi ha ridotta…”. Non se lo sarebbe mai aspettato, tutto quello che voleva era stare bene, ma le cose sono andate molto diversamente. Facebook è stato la sua rovina: era troppo tardi quando ha capito il suo tragico errore e adesso è in queste condizioni


 

Una storia d’amore malata oltre ogni limite. Volere bene a qualcuno è cosa ben diversa, vuol dire volere il bene, ma quello che ha fatto quest’uomo va al di là di ogni immaginazione. Ossessionato dalla gelosia, ha prima segregato la sua compagna in casa e infine l‘ha massacrata di botte picchiandola. il modo scelto è decisamente orribile e crudele. Ogni volta che uno dei suoi amici metteva un mi piace sotto le sue foto su Facebook era un pugno. È la terribile storia di violenza di cui è stata vittima per giorni la 21enne sudamericana Adolfina Camelli Ortigoza, originaria di Nemby, nei pressi di Asuncion, in Uruguay. La ragazza è stata ridotta in fin di vita dall’uomo, Pedro Heriberto Galeano. È stata salvata la settimana scorsa dopo essere stata tenuta prigioniera nell’abitazione che condivideva col ragazzo che credeva l’amasse. Secondo quanto raccontano i giornali uruguaiani in base ai rapporti della polizia locale, Galeano, dopo aver rinchiuso la donna in casa, avrebbe preso il controllo della sua pagina Facebook dove avrebbe continuato a pubblicare le foto di lei per prenderla a pugni e calci per ogni “like” ricevuto. (continua dopo la foto)







Secondo quanto riporta il Daily Mail, sarebbe stato proprio lui a mettere delle foto della ragazza online, dopo essersi impossessato del suo account social, e ogni volta che riceveva un like la picchiava. Gli amici della giovane non avevano idea che il loro semplice gesto online scatenava in realtà il sadismo dell’uomo che poco dopo picchiava brutalmente la ragazza. A mettere termine alle violenze, che avrebbero portato sicuramente alla morte della giovane, è stato il padre dell’uomo che infine ha denunciato il figlio alla polizia dopo aver scoperto tutto. La 21enne è stata ritrovata col volto completamente sfigurato e tumefatto ed è stata immediatamente sottoposta ad un intervento chirurgico d’urgenza. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di rapimento e tentato femminicidio. (continua dopo le foto)




  


 


Il ragazzo ha ammesso di essere geloso, una forma di possesso però che è scivolata nella follia. Tra di loro, a detta degli amici, le cose sembravano normali, nessuno avrebbe mai immaginato che lui si sarebbe potuto spingere a tanto. Nessuno immaginava che il giovane fosse aggressivo con lei, fino quando il padre non ha iniziato ad avere dei sospetti e lo ha denunciato. La 21enne è stata trovata con il volto completamente stravolto dalle botte, portata in ospedale è stata sottoposta a un intervento d’urgenza. Il fidanzato è ora in carcere.

Ti potrebbe interessare anche: “Maledetto porco, mi hai tradita!”. Vede una fotografia particolare su Instagram e improvvisamente la realtà le crolla addosso. Un’immagine inequivocabile che mette tutto in chiaro: “Una scoperta incredibile… sono stata fortunata”. Ecco come l’ha beccato

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it