“Non faccio la cacca da anni”. Moglie e madre felice soffre di una complicazione (abbastanza diffusa) che mette a rischio costantemente la sua salute. Dopo anni di costipazione finalmente scopre cosa ha: quello che capita al suo corpo è pazzesco


 

I problemi di salute sono terribili, nessuno vorrebbe averne: dolore fisico, angoscia e tutta una serie di complicazioni possono rendere la vita impossibile. Per la 32enne australiana Krystal Millera la cosa oltre ad essere difficile dal punto di vista medico è anche decisamente imbarazzante. La giovane donna a vederla sembra in ottima salute, ma in realtà è afflitta da un male grave, ma che la fa sentire molto male anche dal punto di vista psicologico. Sull’argomento in questione ci sono molti tabù, visto che a nessuno piace parlare di ‘problemi intestinali’. Il calvario di Krystal è iniziato quando aveva appena 15 anni, proprio in un’età in cui una ragazza inizia a scoprire il suo corpo. Stava sempre male e non si capiva cosa avesse fino a quando i medici hanno avuto chiaro quale era il suo problema: aveva il morbo di Chron. Si tratta di una malattia molto grave che colpisce stomaco e intestino e che causa mal di stomaco, diarrea e terribili dolori associati ai movimenti intestinali. Non sono ancora chiare le cause, ma si sa che è una malattia autoimmune e che ha un grosso impatto sulla vita di tutti i giorni. (continua dopo la foto)







Per Krystal non è stato semplice convivere con questo male. Da subito ha iniziato a sentirsi stanca, anche quando dormiva a lungo. Una semplice cena fuori con gli amici era una vera tortura: doveva correre al bagno per evitare “l’incidente” davanti a tutti. A volte ci doveva andare anche più di sei volte in un’ora. E anche quando riusciva a ridere alle battute dei suoi amici, si sentiva comunque stanca di essere malata. La 32enne parla di questa situazione in modo affranto: “È come avere un’inotssicazione h24”. Chiaramente per accettare tutto ciò ci ha messo del tempo. Ma oggi ha voluto raccontare la sua storia, raccontando giornalmente le sue problematiche per dare coraggio a chi come lei soffre. Ha raccontato così la sua storia online: “Quando mi hanno diagnosticato il morbo di Crohn la prima volta, mi sentivo davvero a disagio. Se qualcuno andava in bagno subito dopo di me, avevo solo voglia di piangere dall’imbarazzo”. Non riusciva ad accettarlo e ha fatto di tutto per nasconderlo agli altri. Isolandosi sempre di più. (continua dopo le foto)





  

 


E la vita certamente non ha fatto sconti a Krystal. Quando aveva 22 anni ha dovuto affrontare un difficile intervento di rimozione di buona parte dell’intestino. E per questo i medici hanno deciso di applicarle una sacca per eliminare le scorie. La ragazza all’inizio era, ovviamente, molto turbata, ma presto questa soluzione è diventata per lei una sorta di liberazione intestinale. E ha deciso di non nascondersi più: la sacca e tutto quello che fa parte del suo mondo con gli altri. Krystal si è anche data un nomignolo: “Bag lady mama” (“signora mamma con la sacca”) e ha iniziato a scrivere tutto, esattamente come è, senza nessun filtro. Ha condiviso quanto sia stato difficile accettarsi e pensare di poter essere una donna attraente, e il dolore di partorire dopo anni passati senza “spingere” e ancora ha voluto dire pubblicamente che uomo meraviglioso sia suo marito. I suoi figli hanno subito capito che la loro mamma è “diversa”, ma che non c’è nulla di male nell’esserlo. “Nessuno conosce i rospi che ingoiamo ogni giorno. Siamo autorizzati ad essere arrabbiati! Non è sempre facile, ma va bene. Possiamo ancora essere attraenti. E ci saranno giorni terribili. Ma sono quelli in cui dobbiamo rialzarci e continuare. Perché i giorni buoni valgono il sacrificio. Siamo ancora sensuali, anche senza la ‘porta sul retro’”. Krystal è davvero molto coraggiosa e con la sua testimonianza vuole essere un esempio positivo

Ti potrebbe interessare anche: “Ecco come ho perso 90 chili!”. Miranda è una ragazza con una zavorra molto pesante, ha un fidanzato, però la insulta. Così lei decide di dare una svolta alla sua vita e quello che fa è più che pazzesco. Guardatela e poi riflettete (dovremmo farlo tutte)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it