”La bistecca non mi piace, è cotta male, non la pago”. Ma i camerieri di quel ristorante di Venezia non la prendono bene e… Una storia assurda e vergognosa


 

Non è finita bene per un turista un pranzo al ristorante. Pranzo che è degenerato in una lite dentro il locale e, poi, in un pestaggio vero e proprio fuori. È successo a Venezia poco dopo le 16 in campo San Zulian e sotto gli occhi di decine e decine di passanti. Il protagonista di questa storia, in vacanza con la moglie per festeggiare i vent’anni di matrimonio, si è recato a mangiare alla trattoria Casanova, un nuovo locale di proprietà di un imprenditore di origine albanese già gestore di altri locali a Venezia da almeno 15 anni, ma è stato pestato a sangue da ben quattro camerieri.

(Continua a leggere dopo la foto)



Motivo? All’origine di tutto ci sarebbe stato un diverbio per una bistecca non gradita. Stando al racconto della moglie, lui aveva chiesto di cambiarla e, al rifiuto dei camerieri, aveva detto che non l’avrebbe pagata: ”I camerieri hanno reagito malamente e violentemente – ha detto la donna – anche con minacce verbali e gestuali”. ”In un baleno – riferiscono invece alcuni dei passanti che si sono trovati di fronte la scenetta – il turista è stato scaraventato a terra. Lo hanno colpito con pugni e calci fino a quando è caduto”.

Potrebbe anche interessarti: “Le tue scarpe sono orribili” e la riempiono di botte. L’assurda storia di Antonia, pestata dalle “amiche” bulle