“Il feto è morto…”. 18 aborti: una sofferenza inimmaginabile, un dolore inspiegabile. Louise e Mark provano per 32 anni ad avere un bambino, ma qualcosa va sempre storto. Poi arriva la scoperta: resta incinta ma quello che succede li lascia sconvolti


 

Un figlio è tra le più grandi magie della vita. Per chi desidera avere un bebè si tratta di una gioia indescrivibile che, sebbene tra tante preoccupazioni, dura tutta la vita. Louise Warneford e il marito Mark, di Swindon (Gran Bretagna), sognavano il giorno in cui avrebbero potuto abbracciare il loro bambino. Ma la natura con loro non è stata troppo benevola. Infatti, ogni volta che la coppia sembrava vicina al raggiungimento di questo splendido obiettivo, qualcosa andava storto. Ma non si sono mai arresi. E qualcuno per questo li ha considerati un po’ folli. Dal momento in cui hanno iniziato a provare ad oggi sono trascorsi ben 32 anni e hanno affrontato la perdite di ben 18 bambini prima di arrivare nel 2010 alla conclusione che era meglio smettere di tentare. La coppia ha speso la cifra esorbitante di 90mila euro in cure mediche di ogni tipo e alla fine era totalmente sfiancata, economicamente e psicologicamente, dalla cosa. Il motivo per cui Louise abortiva tutte le volte dipendeva da una malattia di cui soffre che distrugge le cellule degli embrioni una volta impiantati. Ma poi è successo qualcosa di incredibile. (continua dopo la foto)








“Ho sempre perso i miei bambini intorno alla 14esima settimana, ma non ho mai perso le speranze, pensando sempre che alla fine ce l’avrei fatta ad avere la famiglia che ho sempre desiderato” ha raccontato Louise ricordando i suoi aborti. “Non riuscivo a smettere di piangere tutte le volte che i medici non riuscivano più a sentire il battito del feto”. Ha detto la donna alla stampa britannica. Ma alla fine insieme al marito si sono arresi, lo stress emotivo era troppo. Avevano anche provato con ovuli esterni e fecondazione in vitro. Niente aveva funzionato. Dal momento della decisione finale erano passati quattro anni e la coppia non aveva più pensato a riprovarci. Ma quando Louise aveva compiuto 47 anni aveva chiesto al marito di fare un altro tentativo, prima di arrivare a 50 anni. (continua dopo le foto)





 


Sapevano di dover ricorrere alla donazione di embrione, ma nelle cliniche inglesi la cosa non sarebbe stata possibile, a causa dell’età avanzata di Louise. Per questo motivo, i due coniugi si erano recati in Repubblica Ceca, dove il trattamento era ancora possibile. E dopo la cura, la donna era rimasta incinta. Una notizia bellissima, pazzesca, ma anche spaventosa. Come sarebbe andata a finire? La coppia ha vissuto la gravidanza con molta tensione, viste le esperienze precedenti e alla 37esima settimana era stato loro comunicato che si rendeva necessario un cesareo d’urgenza dal momento che c’erano dei problemi con la placenta. “È stato un momento molto duro, ma avrei fatto di tutto per mio figlio”. E ne è valsa la pena: all’età di 48 anni, Louise è diventata la mamma del piccolo William. Anche se non sono più giovanissimi, Louise e Mark sanno di poter dare al loro piccolo un amore sconfinato.

Ti potrebbe interessare anche:  ‘’Voglio una femminuccia’’. È mamma di 3 figli maschi ma sogna di appendere un fiocco rosa sulla porta di casa, così convince il marito a fare qualche tentativo. Chloe finalmente resta incinta ma l’ecografia – impressionante – mette la coppia di fronte a un bivio drammatico

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it