‘’Siete dei mostri! Ha appena 17 mesi…’’. Mamma e papà orco finiscono in carcere. Il giudice li condanna e loro confessano: ‘’Sì, lo abbiamo fatto a nostra figlia’’. Orrore puro, definirli madre e padre è davvero un’offesa ai genitori


 

Un’altra storia di violenza inaudita su bambini indifesi. Questa volta arriva dall’Australia, precisamente da Sydney, dove marito e moglie sono finiti in carcere con l’accusa di violenza sessuale su minore. Justin e Jessica Crandall, questi i nomi dei due finiti in manette, hanno ammesso le loro responsabilità quando ormai erano alle strette e non aveva più senso per loro continuare a negare: l’uomo e la donna avrebbero abusato della piccola per svariati mesi in numerose occasione, l’ultima delle quali l’11 febbraio di quest’anno nella loro abitazione di Sidney, in Australia. A incastrare i due genitori, che da New York si erano trasferiti nella città australiana qualche anno fa, sono stati alcuni video che hanno girato. Fulmini che sono entrati nel circuito della pedopornografia e che sono finiti nelle mani degli inquirenti grazie a un uomo (la sua identità non è stata rivelata per motivi di sicurezza). Nei numerosi video finiti al centro dell’inchiesta della polizia australiana, si vedono scene di violenze gravissime con protagonista una neonata, poi identificata come la figlia della coppia statunitense. (Continua a leggere dopo la foto)








Quando il video è arrivato nelle mani della polizia dal misterioso uomo è scattata immediatamente una denuncia per violenza sessuale su minore e gli inquirenti si sono attivati per arrivare all’identità delle persone che venivamo mostrate nella pellicola. Le indagini hanno dimostrato che gli abusi nei confronti della bambina potrebbero essere collegati a una condizione di forte disagio psichico da parte della madre e del padre, anche se mancano ancora riscontri certi. Per il momento la coppia, Justin e Jessica Crandall, che durante il processo si sono dichiarati colpevoli per le violenze sulla loro primogenita sono stati condannati a quindici anni di reclusione. (Continua a leggere dopo le foto)





 

La figlia, diciassette mesi, è stata invece affidata ai servizi sociali e molto probabilmente verrà data a una famiglia affidataria. Secondo quanto riportato dai quotidiani australiani la donna avrebbe raccontato di ‘’attività sessuali ripetute’’ nei confronti della bambina. le violenze sarebbero iniziate nel dicembre del 2017 e proseguite fino al giorno dell’arresto della coppia. Justin Crandall è stato accusato di sfruttamento e violenza sessuale su minore e distribuzione di materiale pedopornografico. Sua moglie ha ammesso invece di aver ricevuto soldi e di tenere una sorta di contabilità dei ricavi economici arrivati ‘grazie’ alla vendita dei fulmini che vedevano protagonista la figlioletta e il marito.

“È capitato anche a me”. Rivelazione choc di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5. Il tema era lo spinoso caso di Asia Argento e la sua denuncia di violenza sessuale. Gli animi si sono molto infervorati, ma il silenzio è tornato quando ha parlato lei: “Lo devo dire…”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it