“Ce l’aveva in mano!”. All’uscita di scuola, la scena più orribile della loro vita. Scosse e attonite le ragazzine si trovano in una situazione tremenda: “Lampeggiava con i fari, ci voleva”. Lui viene beccato e si giustifica così. Stenterete veramente a crederci


 

Per queste ragazzine inglesi il trauma è stato molto forte. Erano andate a scuole come tutti i giorni e all’uscita di certo non si aspettavano di trovarsi di fronte a uno spudorato maniaco. L’uomo in questione è stato beccato mentre si masturbava nella sua auto davanti ad alcune studentesse. Lui si chiama Jonathan Tomlinson e ha 45 anni. Quando si è trattato di rispondere e spiegare cosa stesse cercando di fare (domanda retorica, ovvio) ha pensato bene di difendersi davanti alla Corte di Hull, sostenendo che era “nudo perché mi era scappato improvvisamente da defecare”. La cosa resta, da ogni punto di vista la si voglia guardare, solamente disgustosa. I fatti, come riferito dalla stampa britannica, risalgono allo scorso 6 dicembre, quando l’ex soldato era stato sorpreso a compiere atti di autoerotismo in due diversi villaggi della contea dell’East Riding, Hull. L’uomo aveva parcheggiato nei pressi di una scuola quando la sua prima vittima si è accorta di quello che stava facendo e poverina non deve affatto essere stato un bel vedere. Nel corso del dibattimento sono usciti fuori degli aspetti veramente inquietanti. (continua dopo la foto)



“L’imputato lo stava fissando mentre si masturbava. La studentessa ha accelerato il passo per allontanarsi dall’auto” ha detto il procuratore Stephen Robinson. La minore ha poi riferito l’incidente a suo padre. Successivamente Tomlinson si è spostato ad una fermata dell’autobus in un altro villaggio della contea per prendere di mira due ragazzine scese dal pullman. “Quando le ha viste passare vicino la sua auto, ha accesso i fari per indicare che voleva essere notato. Una delle studentesse si è avvicinata al veicolo e ha visto che l’imputato era nudo dalla vita in giù. La giovane si è accorta che l’uomo la stava guardando e ha chiamato suo madre col cellullare, per poi allontanarsi. Non pago, Tomlinson avrebbe ripetuto la scena davanti ad una terza vittima nei pressi di un negozio. (continua dopo le foto)



 


Il 45enne in prima istanza ha negato le accuse, cercando di difendersi in modo molto goffo e poco plausibile. Ma poi è stato costretto in parte a prendersi le responsabilità, sfiorando il ridicolo: “Sì, ero nudo, ma solo perché me l’ero fatta addosso e ho dovuto togliermi la biancheria intima”. Alla fine, messo alle strette, ha ammesso di aver consumato i tre capi d’accusa per “attività sessuali davanti ad un minore”. Il giudice Mark Bury ha definito il suo comportamento “abbastanza spaventoso” e la sua difesa “totalmente ridicola”. L’uomo rischia fino a 16 mesi di carcere.

Ti potrebbe interessare anche: “Cosa succedeva tra lui e le donne”. La verità sconvolgente sul caso Weinstein, il produttore maniaco che ha violentato anche Asia Argento. “In quelle stanze…”