“È morta davanti a tutti: aveva solo 3 anni”. Una gita in famiglia, musica e tanta allegria. Il papà ha sulle gambe la sua piccola Nisa e riprende la scena in diretta sul web. Nessuno sapeva che quelli erano i suoi ultimi istanti di vita. Una morte assurda che si poteva evitare


 

Un viaggio in famiglia, una bella giornata, musica in sottofondo e tutta l’allegria che si può immaginare. Il momento è stato immortalato con la telecamera di un cellulare, ma la famiglia Yuksel non sapeva che di lì a poco la loro vita sarebbe stata sconvolta. La vicenda si è svolta a Bafra, uno dei distretti della provincia di Samsun, in Turchia. Aalla guida dell’auto c’è il 31enne Muhsin Yüksel, accanto a lui siede Halis Yüksel, il 32enne che ha filmato il loro viaggio, sulle sue gambe Nisa la sua bambina di 3 anni appena. La piccola, che durante il viaggio era seduta sulle gambe del padre, sul sedile anteriore dell’auto, è stata definita dai giornali locali l’unica vittima del brutale incidente nel quale sono rimasti feriti tutti i suoi cari. Nel filmato che l’uomo ha pubblicato in diretta sui social, in seguito riproposto dai vari telegiornali, in primo piano, seduta sulle gambe del padre, si vede la bambina di 3 anni. Sui sedili posteriori ci sono la 33enne Fatma Yüksel, moglie di Halis e mamma di Nisa, che da 5 mesi porta nel suo grembo il suo secondogenito, la 30enne Fatma Varlı e il piccolo Efe Varlı di appena 2 anni. (continua dopo la foto)








Era il 17 settembre scorso quando il 31enne alla guida perde il controllo dell’auto che sbanda e li catapulta fuori strada. Nisa è morta sul colpo. Quando i medici sono sopraggiunti sul luogo dell’incidente non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Gli altri passeggeri hanno riportato solo ferite superficiali, tranne la mamma di Nisa che nell’impatto ha perso il piccolo che portava in grembo. Le condizioni di salute della donna sono ancora gravi. Questo incidente ha avuto un grandissimo impatto sull’opinione pubblica anche a causa del filmato pubblicato in diretta dal padre della bimba scomparsa. Gli ultimi istanti di vita della bambina sono diventati di dominio pubblico, creando notevole scalpore. (continua dopo le foto)






 


Molte delle contestazioni al video hanno riguardato le condizioni di sicurezza in cui la famiglia stava viaggiando. La piccola Nisa viaggiava sulle gambe del padre, a sua volta sul sedile anteriore. In Turchia, come in Italia, è obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza sia per i passeggeri seduti davanti, che per quelli seduti dietro. Inoltre, è obbligatorio che i bamini con un’età inferiore ai 10 anni viaggino sui sedili posteriori. Una tragedia che poteva essere evitata e una disattenzione che è costata la vita a una bambina di soli 3 anni.

Ti potrebbe interessare anche: Notano sulla guancia della loro bimba di 7 mesi uno strano gonfiore, poi le viene un brufolo dal quale spunta un bastoncino. Sconvolti vanno dal pediatra che fa la scoperta più assurda della sua carriera. Ecco cosa c’era nella faccia di Mya

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it