Jessy sta per finire il tempo, è raggiante e sa che a breve conoscerà il frugoletto che porta in grembo. Poi accade qualcosa di mostruoso, nell’indifferenza più totale. Quello che le è capitato è di una disumanità folle


 

Anche se non lo aveva programmato e anche se non se lo aspettava Jessy Johnson era rimasta incinta. Dopo qualche momento di comprendibile stupore era stata felice. La 19enne era fidanzata con Stuart Samson che di anni ne ha 37 e proprio per questo motivo si sentiva sicura. Aveva a fianco un uomo maturo e le cose sarebbero potute andare a gonfie vele. Dopo nove mesi sarebbe diventata madre di un bellissimo bambino. Così i mesi sono passati e Jes era contenta mancava veramente poco al parto e anche se tanti piccoli preparativi andavano completati era eccitata per la nascita del suo bebè. Solo che il piccolo non è mai nato. E questa tragedia non si è consumata di certo per una fatalità o per un cattivo scherzo della natura. La giovane ha perso suo figlio per il suo compagno l’ha brutalmente aggredita mentre si trovavano in una tavola calda. Una scena mostruosa e raccapricciante che è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso della tavola calda e pubblicate in occasione della condanna a 2 anni e nove mesi comminata a Samson sul sito di condivisione ‘LiveLeak’. (continua a leggere dopo le foto)



Quello che si vede nel filmato mette veramente i brividi. Pochi minuti di ferocia assurda. Nella breve clip si vede la coppia seduta a un tavolo, mentre è intenta a consumare il pasto. I due stanno parlando quando, improvvisamente, Jessy si alza (probabilmente infastidita da qualcosa che il compagno le aveva detto). Stuart, visibilmente ubriaco e con una bottiglia di birra in mano, non apprezza la decisione della compagna e le da un violento calcio nello stomaco facendola crollare a terra dal dolore. Il colpo si vede molto bene che è stato assestato con tutta la forza che aveva in corpo. Stato solo uno: quello che bastava. Nel prosieguo del video si vede la povera ragazza che si contorce dal dolore per terra. (continua a leggere dopo le foto)



 


Mentre Jessy è a terra, il fidanzato invece di aiutarla le sussurra all’orecchio di rialzarsi e non fare scene perché non devono essere coinvolte ambulanze e servizi sociali. Mentre si svolge questa scena orribile, le persone presenti nella tavola calda sembrano indifferenti, solo qualcuno si avvicina per dare una mano. Ma poi i due se ne vanno. Il giorno dopo l’accaduto la 19enne ha cominciato a sanguinare ed è stata portata in ospedale dove le hanno comunicato che il bambino era morto. Lo hanno quindi fatto venire al mondo, è stato solo qualche minuto tra le braccia della madre, completamente distrutta. La ragazza, allora, ha denunciato il compagno che è stato arrestato dalla polizia ed infine condannato, grazie anche alle immagini che lo hanno inchiodato.

Ti potrebbe interessare anche: “Ma che fa… è matta!?”. In testa ha le cartine per i colpi di sole e in braccio un bambino appena nato: ma lei non è la madre (come avete pensato). Poi pubblica questa foto su Facebook e il post diventa subito virale. Cosa è successo in quell’ospedale