Lui è Rodrigo, uno dei Ken umani, ma c’è un dettaglio che lo rende davvero unico rispetto agli altri. L’avete mai prima della plastica? Impressionante…


 

Si è sottoposto all’ennesimo intervento di chirurgia estetica Rodrigo Alves, il Ken umano inglese. Il 35esimo per l’esattezza e non ha chiaramente mancato di postare uno scatto del post operatorio sui social. In realtà, anche se dalla foto appare gonfio e quasi irriconoscibile, il 32enne londinese si è sottoposto a una liposuzione al viso perché i lineamenti del volto sembrassero ancora più definiti. I medici gli hanno rimosso circa 100 ml di grasso dalla mascella e in tutta la zona che circonda le labbra perché queste risultassero ancora più accentuate.

(Continua a leggere dopo la foto)







 




Con questo ultimo (per ora) intervento, Rodrigo è arrivato a spendere la somma di oltre 325 mila dollari in chirurgia estetica, diventando ormai un esperto del settore, tanto che a UsWeekly ha dichiarato che si sta impegnando per aiutare le persone che vogliono avvicinarsi a questo mondo per stare meglio con se stesse: ”È aumentato esponenzialmente il numero di persone che scelgono di affidarsi alla chirurgia estetica per migliorare il proprio aspetto fisico. Loro mi scrivono e io cerco di guidarli perché ho fatto la mia buona parte di errori in passato e voglio mettere la mia esperienza al servizio degli altri”.

 

Presto vedremo il Ken umano anche in tv: è stato infatti scelto da una rete privata sudamericana per realizzare un reality proprio dedicato al mondo della chirurgia. Avrà il compito di trovare persone non soddisfatte del proprio aspetto fisico e pronte a modificarlo con una serie di interventi: ”Mi scrivono decine di persone che, raccontandomi le loro storie, chiedono di essere aiutate. Sono racconti molto tristi di donne maltrattate dai propri mariti o di vittime di incidenti che li hanno sfigurati. Il mio compito sarà quello di aiutarli a diventare quello che sognano di essere”.


Ma Rodrigo potrebbe pagar cara questa sua “mania”. Infatti recentemente ha dovuto subire un ricovero in un ospedale di Malaga, in Spagna:  “Il mio respiro si è appesantito e in pochi giorni il naso era completamente bloccato. Poi, è apparso un orribile buco su una narice e gli esperti mi hanno messo in guardia: senza un pronto intervento, l’infezione avrebbe potuto estendersi fino a divorarmi completamente la faccia”. E le cure dovranno continuare…

Potrebbe anche interessarti: Rodrigo, il Ken umano: 31 interventi chirurgici per sembrare “un bambolotto”

 NEXT per vedere la gallery

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it