Si affida agli energy drink per affrontare le dure giornate, poi comincia a non sentirsi bene: il primo mal di testa e l’aumento di peso…


 

Non riusciva e reggere i ritmi della sua vita frenetica. La casa, il lavoro i tre bambini di cui un affetto da un pesante handicap. E così Lena Lupari, 26 anni, si “teneva dritta” in un modo che sembrava semplice ed indolore: buttando giù fino a 30 bottiglie di energy drink al giorno che le sono quasi costati la vista…

(continua dopo la foto)








Si era accorta che qualcosa nel suo corpo non andava, stanchezza, spossatezza, mal di testa cronico che non passava ma per il quale Lena incolpava lo stress eccessivo. Poi, qualche mese fa, una crisi più pesante del solito ha costretto la donna al ricovero ospedaliero. Trasportata in ambulanza, accusava difficoltà visive, ronzii e vertigini. Solo dopo qualche giorno ed una corretta anamnesi i medici sono risaliti al fattore scatenante: gli energy drink appunto, responsabili anche dell’aumento  di peso della donna (30 bottiglie equivalgono a circa 3000 kcal), ingrassata di circa 40 kg in poco tempo. Terminata la fase acuta Lena ha dichiarato di voler cambiare vita. Ora non assume più energy drink e la sua vista è tornata alla normalità.

Ti potrebbe interessare anche: Allarme energy drink: nei più piccoli provocano iperattività e disattenzione

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it