Era incinta di 6 mesi, quando il marito è morto in modo assurdo. Ma Amanda decide lo stesso di fare un servizio fotografico come ricordo della gravidanza. Dopo la nascita del piccolo vede qualcosa nella foto che la lascia senza fiato


 

Perdere la persona amata è una tragedia in ogni caso, ma delle volte crea uno scompenso affettivo che va decisamente oltre il trauma. Amanda Snyder era sposata con Jessie, si conoscevano da sempre e il loro era un amore grandissimo, di quelli rari, che non toccano in sorte a tutti nella vita. La coppia viveva nello stato della Pennsylvania (Stati Uniti) e avevano deciso di mettere al mondo un figlio. La giovane donna finalmente resta incinta e la vita a quel punto sembra essere perfetta, sembrava sul serio che nulla potesse scalfire la loro gioia. Durante la gravidanza marito e moglie avevano anche deciso il nome del bebè in arrivo, era un bimbo e per lui avevano scelto il nome Jameson. Purtroppo però una assurda fatalità ha voluto che Jessie non abbia conosciuto mai il suo bambino. L’uomo è infatti morto in una circostanza inconcepibile. Stava lavorando al taglio del bosco, quando un albero è caduto, colpendone un altro a sua volta, dal quale si era staccato un ramo che lo ha colpito in pieno, uccidendolo sul colpo. Quel momento è stato una tragedia inimmaginabile per questa famiglia che guardava con serenità al futuro. (continua dopo la foto)







Al momento della morte di Jessie, Amanda era incinta di sei mesi. Tutto il suo mondo è caduto a pezzi, anche se la donna ha provato a essere forte per amore della creatura che portava in grembo. Per fare in modo che il piccolo avesse un ricordo del periodo della gravidanza, Amanda ha deciso di fare in ogni caso il servizio fotografico che aveva pianificato con il marito. Solo che non riusciva a capacitarsi del fatto che il suo grande amore non sarebbe stato presente. Così ha preso una decisione che a qualcuno è sembrata molto strana, ma che le ha permesso di portare avanti il progetto con il cuore in pace. Amanda ha fatto il servizio fotografico, facendo aggiungere il marito digitalmente in fase di post produzione. (continua dopo le foto)






  



 


A realizzare il lavoro è stata la fotografa Shanna Logan che ha ricordato quegli scatti molto emozionanti: “Ha parlato di lui durante tutto il servizio, e di come lo sentisse ancora vicino. Come si sentisse fortunata di avere il piccolo Jameson. Che sarebbe stata la miglior madre possibile e che lo avrebbe fatto sentire molto amato e voluto”. Quando Amanda ha visto per la prima volta le foto, il figlio era già nato e la si è commossa moltissimo: “Quando ho visto le immagini, non avevo parole. Tenevo in braccio Jameson e ho pianto di gioia e felicità, perché Jessie non c’era, ma era lì con noi”.

Ti potrebbe interessare anche: Il marito la insultava in pubblico e la chiamava ”grossa vacca”. Un giorno la donna perde la pazienza e la sua reazione è davvero spiazzante. Ecco cosa ha fatto…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it