”Il dolore era così forte che sono quasi svenuta”. Vuole i capelli ”effetto unicorno” e compra un kit per fare tutto a casa senza spendere soldi dal parrucchiere. Dopo 15 minuti, sente la testa fumare. La sua vita è cambiata per sempre


 

Si chiama Kirsty Weston, ha 29 anni, vive a St Albans, nel Hertfordshire e ha deciso di raccontare a tutti la sua storia perché ciò che è successo a lei non succeda ad altri. Kirsty voleva seguire la moda del momento e farsi i capelli unicorno (‘’unicorn hair’’) così ha comprato un prodotto per fare tutto a casa senza spendere troppi soldi dal parrucchiere. Ma la sua si rivela una pessima idea che si conclude con 6 settimane in ospedale, ustioni e una parziale calvizie. Responsabile del ‘’giochino’’ che le ha cambiato la vita, un decolorante di bassa qualità che aveva comprato per schiarire i suoi capelli scuri. Poi avrebbe tinto alcune ciocche di colori pastello per ottenere l’effetto unicorno. Solo che le cose sono andate storte e la ragazza ha avuto problemi serissimi. Dal giorno della decolorazione a oggi, è stata sottoposta a 6 interventi chirurgici. Come ha spiegato al Daily Mail, aveva applicato il decolorante e seguito le istruzioni. Dopo i 15 minuti di posa, prima di risciacquare, però, aveva iniziato a sentire una sensazione di bruciore. Kirsty sciacqua subito ma il bruciore si trasforma in bruciore. Poco dopo la sua faccia inizia a gonfiarsi. Continua a leggere dopo la foto








Deve andare in ospedale. La sua testa viene rasata affinché la ragazza possa sottoporsi a un intervento chirurgico di emergenza per curare la sua cute bruciata. Ora la ragazza ha perso la metà dei capelli che aveva in testa e, la cosa peggiore, è che questi non ricresceranno più. Così le ha detto il personale dell’ospedale: i follicoli sono ormai rovinati e non c’è nulla da fare. Non riavrà indietro i suoi capelli. ‘’Volevo solo avere i capelli effetto unicorno – ha spiegato Kirsty, mamma single di Lex, 2 anni – vanno così di moda e volevo provare, anche per dare una rinnovata al look. Mai potevo immaginare che questo desiderio mi sarebbe costato così caro. Oltre al dolore terrificante, ho dovuto dire addio ai miei capelli e non li riavrò mai più indietro. Sono distrutta’’. Continua a leggere dopo le foto





 

La tintura comprata da Kirsty andava mischiata con il perossido di idrogeno che non era incluso nella confezione e che la ragazza ha comprato separatamente a basso costo. La cosa più assurda? La mamma di Kirsty fa la parrucchiera ma la ragazza ha comunque voluto fare da sola, convinta che sarebbe stato semplice. ‘’Dopo 15 minuti la mia testa stava fumando – ha detto – il dolore era così forte che stavo per svenire e il giorno dopo non riuscivo neanche ad aprire gli occhi’’. Le prescrivono degli antibiotici ma non bastano e dopo qualche tempo viene sottoposta a un intervento chirurgico: i medici capiscono che non si tratta di una reazione allergica ma di ustioni. L’intervento è d’obbligo. Prima uno, poi altri 5. Nell’ultimo, i medici prendono una parte di pelle dalle cosce per rimpiazzare quella che ha perso sulla testa. ‘’Ora mi hanno proposto un trapianto, ma pare che per le donne non sia il massimo’’. Ora, però, le stanno preparando una parrucca speciale che lei non vede l’ora di indossare. Nel frattempo, però, vuole fare una raccomandazione alle donne: ‘’Affidatevi sempre a mani esperte quando: non si deve risparmiare su se stessi. La vita può cambiare da un momento all’altro e, come nel mio caso, tornare indietro è impossibile’’. L’errore di Kirsty? Non fare il test su un pezzetto di pelle per capire come avrebbe reagito al prodotto la sua pelle. Ma ormai è inutile piangersi addosso.

La tintura dal parrucchiere cinese le lascia un buco in testa, la storia di Noemi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it