Aveva deciso di ricorrere alla chirurgia per allungare e ingrandire il suo pene. Dopo aver fatto diverse valutazioni, aveva scelto la clinica per l’intervento. Sotto i ferri, però, qualcosa è andato storto: cosa è successo


 

La cosiddetta “sindrome da spogliatoio” che si innesca comparando le dimensioni del proprio pene con altri uomini porta alcune persone a prendere decisioni drastiche: su tutte quella di ricorrere a un intervento per l’allungamento. Sono candidati perciò a questa operazione, come si legge su molti siti, gli uomini che desiderano avere un pene di dimensioni maggiori. In Svezia, però, un paziente è morto in seguito a un intervento di allungamento del pene. È la prima volta che si registra un caso simile. La vittima è un giovane di trenta anni che si era sottoposto ad un’operazione chirurgica a Stoccolma per aumentare sia la circonferenza sia la lunghezza dei suoi genitali. La tecnica scelta dal paziente prevedeva il trasferimento di grasso dallo stomaco all’organo riproduttivo. I chirurghi, da quanto si apprende, hanno dapprima portato a termine l’operazione di allungamento, incidendo e allentando un legamento alla base del pene, poi hanno iniziato la procedura di ingrossamento ma a quel punto qualcosa è andato storto. Nel corso dell’intervento chirurgico il battito cardiaco del paziente è aumentato all’improvviso… (Continua a leggere dopo la foto)








I suoi livelli di ossigeno sono calati bruscamente insieme alla pressione sanguigna e alla fine il ragazzo è stato colpito da un attacco cardiaco. I medici hanno tentato di salvarlo, ma per il giovane paziente non c’è stato nulla da fare: l’uomo è morto dopo circa due ore. Da quanto è poi emerso dalle valutazioni del caso il paziente non aveva patologie pregresse, a parte una lieve forma di asma, e a causare il decesso è stata un’embolia lipidica. Il grasso ha provocato un’ostruzione fatale dei vasi sanguigni che a sua volta ha dato origine all’insufficienza respiratoria e all’attacco di cuore. I medici ricordano che interventi chirurgici di questo tipo raramente sono “risolutivi” e talvolta possono provocare altri gravi problemi, come deformità e disfunzioni erettili permanenti. O, peggio ancora come in questo caso, la morte. (Continua a leggere dopo le foto)





 

Nell’uomo normale la lunghezza del pene varia in base alle aree geografiche. Per esempio la lunghezza media del pene del maschio californiano è di 13 cm mentre nel bacino del mediterraneo la lunghezza media del pene sale a 17 cm. La plastica di allungamento del pene serve per acquistare centimetri in lunghezza ed è un intervento di chirurgia estetica. La microfallia invece è la situazione in cui il pene in erezione non raggiunge i 7 cm. In questo caso l’intervento non ha solo finalità estetiche ma anche funzionali.

Ti potrebbe interessare anche: “Gli ha tagliato il pene e poi…”. Aveva un desiderio incontenibile che lo ha spinto a mettere un annuncio online per trovare l’uomo giusto. Prepara tutto e la serata si conclude in modo sconvolgente: una storia da brivido

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it